Recensione Libro “Acqua o sasso” di Ivan Folli

Se mi sforzo di guardare la mia vita ora, la vedo come il vetro di questa finestra, però rotto. Minuscoli cristalli giacciono sul pavimento. Non può essere riparato.
Recensione Libro “Acqua o sasso” di Ivan Folli

Di cosa parla “Acqua o sasso” di Ivan Folli

Protagonisti di questa storia dal titolo semplice e intrigante “Acqua o sasso” dello scrittore emergente Ivan Folli, sono due ragazzi che vivono distanti. Hanno superato i trent’anni ed entrambi si sentono soli.

Walter ama la tranquillità, vive in un paese vicino Milano e le sue giornate sono dedicate al lavoro, gli amici, la famiglia e la musica. Pier invece vive a Roma, dopo essere stato una rock star trascorre il suo tempo tra ragazze e birre. Non ha molte regole ed è stato cacciato giovane di casa dalla madre, che lo ha lasciato il pasto al mondo.

Entrambi hanno perso quella che credevano essere l’altra metà, quella giusta. I binari delle loro esistenze sembrano divisi, eppure qualcosa per i protagonisti di “Acqua o sasso” sta per accadere. E non sveleremo dove condurrà la storia…

Alla base del libro c’è una ricerca accurata da parte dell’autore Ivan Folli di dare spessore ai suoi personaggi, che vengono descritti con attenzione, tanto che il lettore sentirà un trasporto particolare per questi due ragazzi.

La storia è narrata con semplicità, ma riesce a creare spunti per chi vuole andare oltre le vicende descritte da Ivan Folli. Leggendo “Acqua o sasso” si possono provare sensazioni contrastanti e immedesimarsi nei personaggi.

Nonostante le 400 pagine, che forse per un esordiente possono risultare pericolose, perché è facile che il lettore si perda o non nutra più grande interesse dopo un po’, “Acqua o sasso” è un romanzo scorrevole, che con i suoi protagonisti riesce a suscitare interesse.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!