Recensione libro “Bastardi per stirpe”

Bud alzò il fucile in aria, tutti urlarono invasati. Fu allora che agnello dopo agnello, femmina dopo femmina, ariete dopo ariete, iniziò la mattanza delle pecore.
Recensione libro “Bastardi per stirpe”

Prezzo: € 15,00

Il romanzo “Bastardi per stirpe” di Stefano Jacurti è un racconto western ambientato in Arizona. Il romanzo si apre con la descrizione di un’aspra faida familiare per conquistare i pochi spazi verdi presenti a Tonto Basin.

Il libro “Bastardi per stirpe” ha inizio con il terribile ritrovamento di un agnello sgozzato nella fattoria dei Baxter. L’avvertimento fa rabbrividire Terry Baxter – la moglie di Sam Baxter, da sempre in guerra con la famiglia di allevatori MacPherson – che sella i cavalli e scappa di casa assieme ai suoi figli.

Anche i MacPherson, però, ricevono una brutta notizia: l’acqua del fiume dove si abbeverano i loro bovini è stata avvelenata. Tutto il bestiame è morto, compreso l’orgoglio della mandria, il vecchio Old Blue.

I segnali sembrano molto chiari: i Baxter e i MacPherson hanno avviato una pericolosa faida per la gestione dei miseri spazi verdi di Tonto Basin, in Arizona. Questo è lo scenario disegnato da Stefano Jacurti per “Bastardi per stirpe”, un romanzo western che sorprende per la complessità della trama.

“Bastardi per stirpe”, infatti, non si limita alla sola guerra tra le due famiglie di cowboy e allevatori, ma si arricchisce di personaggi e storie. Lo stile western è il filo rosso che collega le vite dei personaggi descritti da Stefano Jacurti, che in questo romanzo riesce a trasmettere tutte le tipiche caratteristiche del genere.

“Bastardi per stirpe” è un vero e proprio romanzo western, indicato non solo per gli appassionati del genere, ma anche per chi vuole avvicinarsi a una nuova avventura. Un libro ben scritto che racconta una storia complessa senza mai perdere il ritmo.