Biografia Marta Tutak

Biografia della scrittrice emergente Marta Tutak.
Biografia Marta Tutak

Prezzo: € 21,00

fibromialgia si può guarireChi è Marta Tutak

Marta Tutak nasce nel 1950 in Polonia (socialismo reale – comunismo) in un contesto familiare molto difficile, che ha forgiato il suo carattere. Il padre Boguslaw le ha insegnato a mettere il dubbio sempre e ovunque, perché la verità assoluta non esiste ma dipende solo dal punto di vista di chi la propugna. Altra cosa che le ha insegnato il padre è stato a pensare sempre con la propria testa.

La sua esperienza di vita ha segnato molto il suo percorso successivo anche nel campo della lettura. Marta Tutak nasce sana con un parto naturale e viene allattata per 12 mesi. Si è poi ammalata a tre mesi dopo il primo vaccino contro il vaiolo ed è stata malata per 50 anni di varie malattie, soprattutto reumatiche.
Le più svariate cure non l’hanno aiutata a guarire e lei lentamente si rendeva conto che la medicina convenzionale non era in grado di farla ristabilire.
Nei primi anni 80 ha cominciato a leggere libri di medicine naturali per capire perché era sempre malata e perché non riusciva guarire nonostante facesse scrupolosamente tutte le cure.

Il primo libro letto da Marta Tutak è stato La medicina naturale alla portata di tutti di Mauel Lazaeta Acharan, in seguito La nuova dietetica e Vivi con gli agenti naturali di Luigi Costacurta.
Successivamente ha letto Programma Pritikin – Dieta di Nathan Pritikin, Il libro delle cure naturali di Romolo Mantovani, Il medico in cucina del dottor Enzo Rocchi e vari libri che parlavano del digiuno terapeutico, i libri di Hulda Clark e tutti i libri di Rainville Claudia e Panfili Adolfo.
Gli altri libri sono: Medicina Ortomolecolare di Gerson Charlotte & Bishop Beata, Guarire con il Metodo Gerson di Cutolo Nicola, L’energia che guarisce, e centinaia di altre opere per arrivare alla medicina del dottor Hamer e del dottor Nader Butto.
Poi finalmente è arrivata a una svolta leggendo il libro Il settimo senso.

Al corso di Medicina Universale tenuto da questo medico ha capito che la medicina convenzionale non va a cercare le cause della malattia, ma contrasta solo i sintomi; ovvero sono i sintomi del malessere che vengono considerati malattie.

“Se si ha la febbre alta, prendiamo una medicina per abbassarla, se abbiamo la diarrea, assumiamo una medicina per fermarla. Perciò se abbiamo mal di testa, un evidente sintomo che qualcosa nel corpo e nella mente non funziona, la “soluzione” è l’assunzione di un farmaco. Il dolore viene sedato, stiamo bene… Fino alla prossima volta. Risulta evidente che il nostro mal di testa non è sorto dal nulla, ha un’origine (ma spesso non si vuole indagare per scoprirla) e dopo un po’ di tempo ritorna.
Possiamo paragonare il nostro corpo a una macchina che ha tante spie che ci segnalano le disfunzioni. Se si accende la spia dell’olio, significa che dobbiamo aggiungerne. Ringraziamo la spia, che ci ha evitato di fondere il motore e provvediamo al rabbocco. La “nostra spia” che si chiama mal di testa, la oscuriamo invece con un antidolorifico. Se copriamo la spia dell’olio con un nastro adesivo o svitiamo la lampadina, che succede? Fondiamo il motore! E questo succede con il nostro corpo-motore, dopo che per tanti anni sono state ignorate tutte le spie che lampeggiavano.”

È da questo momento, sperimentando varie tecniche Shiatsu, Reiki, Rebirthing, 5 Tibetani, Lavaggi Energetici Emozionali e Stretching che la sua salute finalmente comincia a migliorare e stabilizzarsi. Ma incautamente le vengono fatti altri vaccini contro il tetano e le condizioni di salute peggiorano drasticamente.
Scopre le intolleranze alimentari, intossicazione da nichel, la candidosi intestinale, la disbiosi, la permeabilità intestinale e l’omeopatia.
Curando l’apparato digerente raggiunge finalmente lo stato di buona salute.

Da 7 anni dedica tante ore al giorno ai vari malati di FIBROMALGIA.

Il libro di Marta Tutak Fibromialgia… si può guarire è un manuale utile per raggiungere la salute e non ammalarsi mai.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!