Recensione Libro Carol

… tu sei qui per quanto io possa fare in modo che tu lo sia, non essendo presente.
Recensione Libro Carol

Prezzo: € 10,00

Di cosa parla Carol di Patricia Highsmith

Avrete sicuramente sentito parlare del libro Carol scritto da Patricia Highsmith, l’autrice di romanzi del calibro de Il talento di Mr Ripley. Uno dei motivi per cui forse conoscete questo romanzo è perché l’omonimo film tratto da Carol, interpretato da Cate Clanchett, ha partecipato agli Oscar 2016.

La storia che viene narrata dalla Highsmith merita attenzione, essendo una rarità nella letteratura di metà Novecento per l’argomento che tratta: un amore tra due donne sbocciato in America durante gli anni Cinquanta.

Therese, una delle due protagoniste, ha il desiderio di diventare scenografa di teatro, ma per il momento si deve accontentare di un lavoro per il breve periodo di Natale come commessa nei grandi magazzini.

La sua storia con Richard prosegue senza nessuno slancio amoroso, lei sa di non essere coinvolta come dovrebbe dal suo legame con quest’uomo, ma continua a trascinarsi in una relazione stanca. Questo fino a quando non incontra Carol, una donna che oltre a essere molto bella, emana una luce particolare, è gentile e affascinante.

L’incontro destabilizza Therese, scossa da un sentimento sconosciuto che le vibra all’interno, mostrandole come si possa essere attratti e coinvolti da una persona dello stesso sesso.

La bellezza del libro Carol è tutta nella delicatezza della scrittura di Patricia Highsmith che racconta i dettagli dei loro incontri e dei loro sguardi con una bravura unica. Le sue parole sono avvolgenti, calde e dolci.

La storia è un inno alla libertà di scelta, cosa che sembra mancare ancora nella nostra società. La scrittrice, seppure costretta a pubblicare il romanzo Carol con lo pseudonimo Claire Morgan, per evitare che venisse considerata un’autrice di romanzi lesbici, è riuscita a incidere i pregiudizi raccontando con naturalezza e coinvolgimento questa storia d’amore diversa.

Nel libro c’è spazio unicamente per i sentimenti, quelli puri e appassionanti, che mettono in secondo piano qualsiasi altra cosa, come dovrebbe accadere nella realtà.

Leggendo Carol si ha l’impressione di essere spettatori dell’amore nato tra le due donne, di sentire le due protagoniste sussurrarsi parole e osservarle mentre si perdono l’una nello sguardo dell’altra.

Inoltre, pensare che questo libro è stato scritto molti anni fa ed è ambientato in un’America che era ancora chiusa su questo argomento e bigotta, fa riflettere tanto sulla condizione di grande ritardo culturale in cui tutt’oggi vive l’Italia, nonostante le leggi si stiano lentamente adeguando a favore di diritti civili per tutti.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!