Casa Editrice Officina di Studi Medievali (OSM)

L'Officina di Studi Medievali (OSM) è un’associazione culturale no-profit fondata nel 1980 a Palermo. Inoltre è una casa editrice che pubblica libri di tematica principalmente medievale.
Casa Editrice Officina di Studi Medievali (OSM)

L’Officina di Studi Medievali (OSM) è un’associazione culturale no-profit attiva a Palermo dal 1980. L’OMS fu fondata da studiosi e appassionati del Medioevo, la maggior parte della quale proveniente dall’Università di Palermo.

L’Officina di Studi Medievali s’impegna nella ricerca nell’ambito della medievistica, basandosi su un’impostazione programmatica multidisciplinare e interdisciplinare.

La sede dell’OMS si trova nel centro storico di Palermo, nella magnifica Basilica di San Francesco d’Assisi, la cui gestione è affidata alla Provincia di Sicilia dei Frati Minori Conventuali.

Nella Biblioteca Francescana, diretta dal P. Diego Ciccarelli, sono raccolti 60.000 volumi di pregio, testi antichi unici e dal valore inestimabile. Molti sono i progetti comuni della Biblioteca Francescana con l’Officina di Studi Medievali per la diffusione della “cultura del libro”.

L’OSM, oltre a gestire una biblioteca specializzata, è una casa editrice che pubblica libri di tematica principalmente medievale e due riviste scientifiche: Schede Medievali e Mediaeval Sophia (on-line).

L’OSM è guidata da un Ufficio di Presidenza che viene eletto dall’Assemblea dei Soci. Il Presidente è Diego Ciccarelli, mentre i membri sono Armando Bisanti, Carolina Miceli, Luciana Pepi e Patrizia Spallino.

L’associazione è coordinata da un Comitato scientifico e si avvale della collaborazione di studiosi sia italiani sia stranieri. Inoltre l’OSM può vantare numerosi soci, che s’impegnano nelle varie attività legate al progetto dell’associazione attraverso eventi culturali, formativi e di promozione scientifica, nonché nella gestione della Biblioteca, dei progetti editoriali, dei servizi amministrativi e della logistica.

L’interesse dell’Officina di Studi Medievali è rivolta alle radici del Medioevo e all’eredità che questo periodo storico ha lasciato nella cultura moderna.

Le aree di ricerca che l’OMS ha approfondito dal 1980 in poi sono: la tradizione metafisica, la storia delle idee e dei saperi medievali, l’intersezione delle tradizioni culturali in epoca medievale, soprattutto nell’area mediterranea, la storia della letteratura mediolatina, gli studi paleografici e diplomatici, gli studi storici e filosofici.

Il lavoro dell’OSM è programmato attraverso dei laboratori, che si basano su collaborazioni nazionali e internazionali con università, altre associazioni, fondazioni, studiosi e ricercatori grazie ad accordi, convenzioni, progetti, quali l’Erasmus, e programmi dell’Unione Europea.

I laboratori sono i seguenti:

Byzantina
Si occupa di Civiltà Bizantina in senso lato ed Oriente Cristiano.

Federiciana
Impegnato a studiare il contesto storico e culturale mediterraneo dal periodo normanno-svevo fino al sec. XIV.

Franciscana
Si occupa di studi francescani.

OSMIL – Itinera Lulliana
Organizzato da un gruppo di ricerca, che studia l’opera e il pensiero di Raimondo Lullo e le tradizioni del “lullismo”.

OSMOR – Orientalistica
Vi fanno capo gli studiosi dell’area orientalistica e si occupa di curare corsi di lingua e cultura araba ed ebraica.

Traditio
Incentrato sulla tradizione dei saperi medievali, con particolare attenzione all’area latina, che si esprime in letteratura, poesia, teatro, filosofia, teologia, musica etc.

Vivarium
Dedicato agli studi di Paleografia, Diplomatica, Cultura del libro, Biblioteconomia, Restauro della carta e del libro.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!