Recensione Libro Central Park

Nell’attesa, toccava a lei prendere un’iniziativa. Fare quello che sapeva fare meglio: indagare.
Recensione Libro Central Park

Prezzo: € 18,00

Di cosa parla Central Park di Guillaume Musso

Possiamo definire un giallo un buon libro quando il lettore inizia a porsi tanti interrogativi durante il procedere della storia e quando vi è talmente tanta suspense che si sente l’esigenza di continuare imperterriti nella lettura: Central Park di Guillaume Musso soddisfa appieno questi due concetti.

Quest’ultimo romanzo di Musso, pubblicato in Italia a settembre 2015 dalla Bompiani, è ricco di pathos. Non c’è preambolo, perché si viene subito catapultati nel vivo della storia.

Alice, una trentenne che lavora in polizia, protagonista del libro Central Park, si risveglia in un luogo sconosciuto ammanettata a un uomo. Sui vestiti ha macchie di sangue e ha una pistola che non è la sua. Non sa cosa pensare, non riconosce neppure il luogo e i ricordi le appaiono sfocati.

La sera prima era uscita con le sue amiche, ma non è stato l’alcool a ridurre così la sua mente, è certa di essere stata drogata, ma da chi e perché? L’uomo con cui è ammanettata non l’aiuta a capire, anche lui non ricorda nulla, sa solo che si trovava a Dublino per un concerto jazz.

Alice pensa di trovarsi a Parigi, dove lavora e vive, il musicista è convinto di essere in Irlanda, ma dopo poco scopriranno di essere al Central Park di New York. Come sono finiti lì? Cosa è successo? Chi vuole fare loro del male?

Sono questi i primi interrogativi che saltano alla mente di Alice, che lentamente comincia da sola la sua indagine. Ha bisogno di capire e per farlo deve contattare il suo fidato collega, ma non hanno un cellulare e assieme a Gabriel, il musicista, rubano uno smartphone, poi, per scappare, rubano un’auto e lasciano ai pegni un prezioso orologio di Alice, ricordo del marito morto, per avere qualche soldo.

Non possono rivolgersi alla polizia, non hanno documenti, sono ammanettati, hanno una pistola di dubbia provenienza e macchie di sangue sugli abiti: non hanno alternative, devono sbrigarsela da soli.

Man mano che si procede nella lettura di Central Park nuovi indizi e piste si aprono dinanzi al lettore, facendo aumentare il coinvolgimento e la voglia di scoprire dove porterà questa contorta storia. Nel frattempo il passato di Alice si svela attraverso racconti della sua vita privata e di indagini più o meno recenti che l’hanno vista protagonista.

Il mistero s’infittisce con lo scorrere delle pagine e la scrittura avvolgente, seppur veloce di Guillaume Musso, fanno di questo libro un giallo sempre più intrigante. Gli avvenimenti, nonostante la trama sia molto fitta, sono narrati con semplicità, non si perde mai il filo, ma anzi si è spronati ad andare avanti con maggiore foga, quasi con velocità per giungere alla fine e scoprire il giallo.

Le indubbie qualità narrative dello scrittore di Central Park hanno convinto i lettori, che online hanno espresso pareri favorevoli, a cui si affiancano le ottime vendite del romanzo.

Questo nuovo libro di Guillaume Musso è un best seller in Francia che ha venduto oltre 1 milione di copie e già solo questo dovrebbe convincervi a comprarlo. Libro consigliato!

Informazioni
Data recensione
Titolo
Central Park
Punteggio
5

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!