Recensione Libro Città Santa

A volte, il desiderio di fare combaciare tutti i pezzi lo ha portato a sbagliarsi di grosso. E ogni errore, in questa professione che nessuno stipendio ripaga a sufficienza, è come minimo una morte.
Recensione Libro Città Santa

Casa editrice

Eden editori

Prezzo: € 14,50

Di cosa parla Città Santa di Guillermo Orsi

Non è facile l’approccio con il libro Città Santa di Guillermo Orsi, un noir in cui la corruzione e gli affari loschi la fanno da padrone, ma dopo aver preso confidenza con i vari personaggi e colto il lato oscuro degli eventi, si è subito certi di essere dinanzi a una storia scritta molto bene.

Guillermo Orsi infatti dimostra sin dalle prime pagine il suo talento narrativo, attraverso cui presenta i protagonisti di Città Santa contestualizzandoli con dovizia di particolari. Di ogni personaggio si conoscono lentamente le vite, ma soprattutto i pensieri, che li rendono umani e più vicini al lettore, per quanto in alcuni casi si abbia a che fare con gente poco raccomandabile.

Se da una parte l’umanizzazione dei protagonisti ce li rende più prossimi e intimamente conosciuti, dall’altra i personaggi sono tanti e ognuno con un ruolo determinante, tanto che a volte si ha bisogno di focalizzare l’attenzione su di loro per non perdere il filo.

Il romanzo è ambientato a Buenos Aires, città che non fa da sfondo alle vicende, ma le completa, le esalta o le mette da parte, essendo proprio la capitale argentina spesso protagonista del libro.

Al centro del noir troviamo Veronica, un avvocato a cui viene assegnato l’incarico di ispettrice in un importante mercato di contrabbando. La faccenda è più seria di quanto si potesse immaginare e Veronica si trova ingarbugliata nella tela del ragno diventando lei stessa protagonista di tremende vicende che forse aveva sottovalutato: la posta in gioco è alta, va al di là di piccoli affari locali e riguardano traffici illegali internazionali che toccano i vertici del potere. Se Veronica cercava il rischio per dare una scossa alla sua vita ci è riuscita!

Veronica è l’avvocato di Ana, Miss Bolivia, una ragazza che si mette sempre nei guai con le sue truffe a danno delle persone sbagliate. Ana nasconde segreti da tenere tali che stravolgeranno la storia raccontata da Guillermo Orsi.

Nonostante l’istinto le dica di non immischiarsi in questo complesso affare in cui si è intrappolata da sola Ana, Veronica decide di prenderla come cliente e di cercare di salvarla dall’inferno in cui si è messa, ma non sa che la malavita, la corruzione, la violenza e l’immoralità travolgeranno anche la sua esistenza.

Città Santa di Guillermo Orsi è noir pieno di sterzate, che portano in direzioni diverse rispetto a quelle che il lettore aveva previsto e presentando il volto lercio di individui che fanno parte di una società corrotta, piena di crepe e da radere al suolo per riportarla in vita con il suo aspetto migliore.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!