Recensione Libro “Confesso che ho viaggiato”

Riconobbi in Hermann il Melville di Moby Dick e l'uomo accanto a lui altri non era che Jack London, venuto fin qui sessant'anni dopo solo per incontrare i luoghi sui quali aveva fantasticato da ragazzo.
Recensione Libro “Confesso che ho viaggiato”

Prezzo: € 14,00

Di cosa parla “Confesso che ho viaggiato” di Pier Vincenzo Zoli

Quello di Pier Vincenzo Zoli dal titolo “Confesso che ho viaggiato” è un libro sul viaggio e le avventure.

L’autore durante i suoi tanti anni di esperienza giornalistica ha percorso chilometri, incontrato popoli diversi, si è confrontato con loro e ha scoperto qualcosa in più di se stesso.

Nel libro “Confesso che ho viaggiato” Pier Vincenzo Zoli non vuole presentarci una narrazione comune, in cui a ogni luogo corrisponde una storia, ma trovare i legami e le differenze che intercorrono tra i posti e le persone.

Per quanto a volte i luoghi siano lontani chilometri gli uni dagli altri, per quanto ci sia una distanza culturale e sociale abissale, esistono delle similitudini, qualcosa che li accomuna per tradizioni, idee, paesaggi e persino tradizioni.

“Confesso che ho viaggiato” è un percorso segnato da sensazioni ed emozioni, che si fondono dando vita alla conoscenza. Lungo il tragitto si fa la conoscenza di uomini differenti da quelli a cui siamo abituati, ci si perde in paesaggi poetici che ci rimandano a immagini delle fiabe.

Raccontare del mondo solo attraverso le parole sarebbe riduttivo, infatti Pier Vincenzo Zoli nel suo libro lo fa usando le sue emozioni.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!