Recensione Libro Controra

Stringevo la mano di mio padre come se fosse stato l’unico appiglio nel mare aperto, quello blu dove non si tocca il fondo, e dove i pesci sono grandi e hanno denti affilati e pinne enormi, e sono così neri che quando salgono dalle profondità per vedere cosa è che galleggia, sembrano ombre con la bocca aperta.
Recensione Libro Controra

Prezzo: € 2,99

Di cosa parla Controra di Arcangelo Amodio

Il libro Controra scritto da Arcangelo Amodio è una raccolta di quattro racconti che fanno fare un tuffo nel passato portando il lettore a ricordare le assolate giornate estive in cui tutto era spensierato in gioventù.

Si parte da un racconto che ci immerge nel senso conflittuale della controra, il momento in cui si viveva fra inferno e paradiso, l’ora che anche gli adulti dovevano temere per ciò che nascondeva al suo interno, per quegli eventi inaspettati che potevano sopraggiungere. Quello era anche l’attimo più atteso della giornata ed era legato indissolubilmente alla fantasia dei più giovani che potevano immaginarsi qualsiasi cosa.

Già dalle prime pagine del libro di Arcangelo Amodio possiamo avvertire la brezza leggera, i rumori in sottofondo, gli odori dell’estate, il caldo che dopo aver raggiunto il suo massimo livello diventa meno pressante e più accogliente. Sono queste descrizioni che rendono piacevole la lettura del libro Controra, dettagli che ci riportano indietro, che ci fanno rivivere i ricordi di un tempo più o meno lontano.

Lentamente prendono forma i vari personaggi che fanno da sfondo alla storia o ne sono i protagonisti e si scoprono i legami, i primi sguardi in direzione delle donne, mentre si mostra un mondo che avanza e svela se stesso a chi non ha visto nulla della realtà perché ancora innocente.

Inutile scendere nei dettagli e raccontare le trame dei quattro racconti del libro Controra perché ciò che conta e dà valore a queste storie sono le sensazioni che si trascinano dietro, i pensieri che ispirano e i ricordi che fanno venire a galla.

Ogni lettore potrà trovare tra queste parole qualcosa di sé, interpretare le vicende cucendosele addosso o guardandole da lontano, ma in ogni modo avvertendo le emozioni che in gioventù si vivono appieno pur non rendendosene sempre completamente conto.

Leggendo Controra vivremo le piccole ma importanti avventure dei protagonisti, rideremo o ci preoccuperemo con loro e spesso ci sentiremo interpreti delle storie anche quando non ci apparterranno, perché in questo libro si parla di viaggi, di guerre, di scoperte, di malattie, di amicizie, di errori che si commettono, di rivoluzioni interiori che fanno diventare adulti, di piccole gioie che riempiono la testa di momenti indimenticabili.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!