Recensione Libro Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone

Non siamo mica in un romanzo giallo, dove alla fine tutti si ricompone. La realtà è più complicata. Nella realtà ogni tanto c’è bisogno di un colpo di fortuna, altrimenti non si viene a capo di nulla.
Recensione Libro Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone

Prezzo: € 19,00

Di cosa parla Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni

Premettendo che sono un’appassionata lettrice dei romanzi gialli di Maurizio De Giovanni, ho amato tantissimo In fondo al tuo cuore, quindi ho letto anche questo suo ultimo libro, Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone e come sempre ne sono rimasta rapita.

Certo, non si tratta dei casi del commissario Ricciardi che sono tutta un’altra storia, sia per le indagini, sia per il lato malinconico e affascinante di questo personaggio inventato dalla penna di De Giovanni, ma anche questo libro mi ha convinta.

Si tratta di un romanzo più corale, i personaggi sono tanti, ma non per questo si perde il filo del discorso, perché De Giovanni è capace di essere ipnotico e di trovare dettagli caratteriali che li contraddistinguono talmente bene che i protagonisti diventano subito familiari.

Si sa, per chi ha letto i libri precedenti, che gran parte dei poliziotti di Pizzofalcone siano il peggio che possa capitare, erano invischiati in un traffico di droga che confiscavano ai malviventi e per questo sono stati soprannominati i bastardi di Pizzofalcone, ma la squadra adesso è stata cambiata e insieme cercheranno di risolvere nuovi casi.

La prima indagine che sono chiamati a sbrogliare arriva inaspettato: una bambina viene trovata abbandonata vicino a un cassonetto della spazzatura proprio nei pressi del commissariato e Romano lo porta subito in ufficio. La bambina è grave, ma subito ai poliziotti salta all’occhio l’ottima fattura dei vestiti che indossa la piccola, inoltre la bambina odora di pulito: qualcosa non torna.
Chi mai abbandonerebbe una bimba prendendosene prima cura con tanta dedizione?!

I poliziotti si mettono subito alla ricerca della madre per capire cosa sia realmente accaduto. A fare da filo conduttore alla storia è un pastore della chiesa, che allerta la polizia, insospettito dalla confessione di una credente. Alla fine la donna si ritroverà… e lentamente sarà chiarita la situazione.

La trama del libro Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone, rispetto ai precedenti gialli di Maurizio De Giovanni, è forse meno ricercata, ma l’aspetto più intrigante è l’umanità che lo scrittore riesce a infondere ai protagonisti, anche agli insospettabili, quelli che inizialmente ci appaiono superficiali e interessati solo a se stessi.

In questo romanzo non solo si infittiscono i rapporti tra i vari personaggi della storia, ma di ognuno scopriamo le proprie vite, quelle che spesso nei thriller e nei noir restano un po’ lasciate all’immaginazione.

Cuccioli per i bastardi di Pizzofalcone di Maurizio De Giovanni conferma la bravura di questo scrittore napoletano, che non solo pubblica le sue storie d’indagini con la casa editrice Einaudi, ma si dedica alla scrittura anche per altri editori, tra cui Skira di cui vogliamo consigliare Una domenica con il commissario Ricciardi, una piccola perla che alle parole affianca splendide immagini.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!