Recensione Libro “Diciannove carezze”

Miro si strinse la mamma così fortemente da entrarle nell’anima. Entrambi piansero. Tutti e due pensarono che quel giorno sarebbe stato un giorno lungo, privo di parole scritte ma pieno di amore.
Recensione Libro “Diciannove carezze”

Di cosa parla “Diciannove carezze” di Marco Sanna

Il libro “Diciannove carezze” dello scrittore emergente Marco Sanna è una raccolta di diciannove racconti scritti con delicatezza e candore. Le parole di queste storie scorrono in profondità evitando di scombussolare la percezione del lettore, ma cercando gli angoli giusti della sensibilità di ognuno per stanziarsi.

Marco Sanna in questi scritti contenuti in “Diciannove carezze”, riesce a cogliere le luci e le ombre che si percepiscono negli sguardi delle persone, della gente comune che ha pregi e difetti, che si mostra nella sua totalità, senza celare nulla.

Una scrittura densa s’insinua sotto la pelle di chi legge e dà la possibilità di scoprire una realtà inedita di ogni storia. Dialoghi fuori dal comune dimostrano quanto sia difficile in certi casi la trasposizione di un pensiero ben scritto nella mente dei personaggi, ma che nel confronto con l’altro appare quasi incomprensibile.

“Diciannove carezze” sono frammenti di vita di personaggi che sono racchiusi nelle proprie vicende, la cui vita è contenuta in poche pagine, poche ma necessarie per mostrare la loro anima.

“Diciannove carezze” di Marco Sanna è un libro di sentimenti più che di parole, in cui la verità può essere interpretata da chi legge, ma il significato è ben chiaro e definito dallo scrittore.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!