Recensione Libro “Essenza”

Sarò io a macchiare il tuo inconscio, scrivendo ciò che la tua anima mi detterà.
Recensione Libro “Essenza”

Di cosa parla “Essenza” di Marco Capodieci

Abbiamo già fatto la conoscenza di Marco Capodieci e del suo primo libro “Nettare”. Adesso proseguiamo nel cammino accanto a lui con il secondo libro dal titolo “Essenza” che come il primo ha alla base della storia un percorso.

In “Essenza” al di là dei vari personaggi che incontriamo durante la lettura, abbiamo un’unica vera protagonista: l’Alchimia. In questo viaggio, infatti, la ricerca è spirituale e tanti sono i simboli significativi che si incontrano e si approfondiscono.

Dalle prime pagine lo scrittore Marco Capodieci ci presenta i personaggi del suo libro, lo fa già raccontandoci di Fu’ad, un giovane discepolo che non conosce l’Amore, ha il cuore sordo, ma la sua regina decide che è giunto il momento per lui di apprendere i suoi segreti. Grazie a lei Fu’ad attraverserà lo spazio infinito per giungere sulla Terra con un altro aspetto e lì imparerà l’Amore.

Poi ecco che sopraggiunge nella storia, come portata dal vento, Nadine, una ragazza dagli occhi del colore dello smeraldo con un’anima eterna, una studentessa di chimica a Dublino. Stephen, invece, è un professore brusco e ambiguo, e poi vi è la presenza del Maestro di Alchimia, che per sua natura si mostra misterioso.

I destini di questi personaggi si sfioreranno, per poi intrecciarsi diffondendo un’energia che sarà ben visibile al lettore, che coglierà i segreti che albergano nelle loro anime.

“Essenza” di Marco Capodieci è un libro adatto per chi vuole andare oltre ciò che si vede e che si può toccare, per le persone che si fanno guidare dalle energie e vogliono cogliere il senso profondo dell’Amore.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!