Film e serie tv ispirati ai libri

FIlm e serie televisive ispirati ai romanzi degli ultimi anni.
Film e serie tv ispirati ai libri

Prezzo: € 14,90

Quali serie televisive e film sono ispirati ai libri?

Ormai sono anni che molti dei film che vediamo al cinema o delle serie che seguiamo in tv traggono ispirazioni dai libri. Sono riusciti a creare un bel legame tra i due mondi, quello del grande schermo e quello della letteratura.

Dopo il successo di film ispirati alle varie saghe come “Twilight”, “Hunger Games”“Divergent” e “Il signore degli anelli”, il cinema non si è fermato ma ha proseguito per questa strada avendo un grande riscontro e raggiungendo numeri da capogiro ai botteghini.

Ma non sono solo i film ispirati ai libri, in questi ultimi anni, infatti, le serie tv hanno preso piede anche in Italia, e molte di esse sono il rifacimento di storie narrate in romanzi famosi.

House of Cards di DobbsLa prima serie tv che mi viene in mente è sicuramente “House of cards”, serie televisiva ispirata al romanzo omonimo di Michael Dobbs, in cui un magistrale Kevin Spacey interpreta Frank Underwood, lo scalatore sociale di turno.

Deputato del Partito Democratico e capogruppo del Congresso, ha guidato la campagna elettorale del candidato Walker, che gli aveva promesso di farlo diventare Segretario di Stato in caso di vittoria. Una volta diventato Presidente degli Stati Uniti, però, Walker non mantiene la parola data e Frank Underwood cerca così di raggiungere il suo obiettivo facendo il doppio gioco e ingannando i suoi colleghi grazie anche all’aiuto della moglie e di una giornalista molto simile a lui in strategie, che diventa la sua amante.

Tra le altre serie tv tratte da libri non possiamo non parlare de “Il trono di spade” che sta facendo impazzire i telespettatori. La serie fantasy ormai alla sua quinta stagione non ha ancora stancato i suoi fan, che anzi ritengono che “Il trono di spade” diventi ogni anno più intrigante. La serie è ispirata ai libri di George R. R. Martin.

Questa serie tv riporta le avventure che avvengono in un mondo immaginario composto da due continenti. Ovviamente come nella maggior parte delle saghe fantasy la lotta si protrarrà per la maggior parte del tempo per la conquista del potere. Si combatte tra la parte più civilizzata, dove si trova il Trono di Spade e l’altra parte, ma a intervenire in questa dura lotta fatta di intrighi e alleanze e rotture non saranno solo gli uomini poiché anche le forze oscure cambieranno il corso degli eventi.
Ai piani bassi di PowellTra le serie televisive ispirate ai libri che più mi hanno colpito ci sono sicuramente “Downton Abbey”, la cui idea è stata tratta dal libro “Ai piani bassi” di Margaret Powell. Questa serie anglo-americana in costume, alla quarta stagione, ha tra i protagonisti una delle attrici inglesi più brave, il Premio Oscar Maggie Smith.

Le vicende narrate riguardano la famiglia dei Conti Crawley di Grantham durante l’età edoardiana. L’aspetto più interessante della serie è che il riflettore viene puntato più sulla servitù che sui nobili e il rapporto che intercorre tra di loro evidenzia come spesso il confine tra i due mondi sia fittizio.

“Dowton Abbey” ha riscosso pareri più che positivi, ha vinto molti premi e ha partecipato spesso a nomination internazionali. Questa serie è persino entrata a far parte dei Guinness dei primati come show più acclamato dalla critica nel 2011, oltre a essere la seconda serie drammatica di successo in costume in Inghilterra.

Per concludere in bellezza, un’altra serie televisiva ispirata ai libri che più mi ha appassionato sicuramente è “Sherlock”.

Uno stratosferico Benedict Cumberbatch interpreta Sherlock Holmes con tutte le sue fisime e le sue stravaganti deduzioni, mentre il suo aiutante John Watson è interpretato da Martin Freeman, che tutti ricorderete per “Lo Hobbit”.

C’è poco da spiegare di questa serie tv ispirata ai libri di Conan Doyle, poiché immagino che tutti i lettori, appassionati di gialli o meno, conoscano le avventure in cui si trova impelagato detective privato Sherlock Holmes con il suo assistente Watson.

La serie è ambientata nella Londra di questi anni e la regia è davvero fantastica, i movimenti della macchina da presa e l’intreccio della storia rendono “Sherlock” una delle migliori serie di questi anni, tant’è che nel 2011 ha vinto il Premio BAFTA come migliore serie drammatica.

Queste di cui vi ho parlato sono solo alcune delle serie tv e dei film che sono state tratte dai libri, essendo il panorama molto ampio, ma se posso una serie consigliata che è tra le mie preferite, nonostante non sia ispirata ai libri vi dico “Modern Family”.

Questa serie americana mostra il vero volto della società occidentale in cambiamento, in cui vi sono omosessuali sposati che adottano figli, bambini che sono fratellastri di adulti, una nonna giovane coetanea dei figliastri e tutti vivono il loro rapporto tra litigi e amore.

“Modern Family” è una sitcom che utilizza la tecnica del falso documentario che fa ridere fino alle lacrime ma fa riflettere tanto anche sull’evoluzione di una società che sotto molti aspetti tende al progresso e all’inclusione.

In un prossimo articolo dedicheremo uno spazio approfondito a una serie tutta italiana che sta facendo il giro del mondo “Gomorra” ispirato all’omonimo romanzo di Roberto Saviano e a “Once Upon a time” ovvero “C’era una volta” che fonde i personaggi più importanti delle favole in una storia che non ha confini spazio-temporali.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!