Recensione Libro “Finalmente ti ho trovata”

Il terrore che possa andarsene non ti permette di respirare l’abitudine. Perché se senza le altre mi sono lasciato incenerire, senza di lei preferirei cancellarmi l’anima.
Recensione Libro “Finalmente ti ho trovata”

Di cosa parla “Finalmente ti ho trovata” di Aurora Gray

Basta guardare la bellissima copertina del libro “Finalmente ti ho trovata” di Aurora Gray per capire che alla base di questo romanzo rosa c’è l’amore, ma un sentimento che si distingue dalla classica emozione, perché i due protagonisti non si conoscono, nonostante sembrino rincorrersi durante tutta la storia.

Bruno e Aurora sono molto differenti dai loro amici, lui è come se si sentisse fuori posto e lei è una sognatrice, nessuno dei loro compagni può veramente capirli.

Qualcosa sembra legare le due loro anime solitarie e semplici, ma i due non si incontrano. Nonostante lo scorrere sempre uguale delle loro vite, con ferite che si aprono, delusioni e momenti che preferirebbero dimenticare, entrambi sentono che c’è dell’altro oltre a ciò che stanno vivendo: qualcosa di più invasivo, di più importante e profondo di quello che sentono.

I due protagonisti del libro “Finalmente ti ho trovata” di Aurora Gray hanno bisogno l’uno dell’altra per completarsi, per sentirsi fino in fondo, per andare al di là del vivere quotidiano. È ben altro ciò che li attende…

Un incontro di anime simili, che si cercano nonostante non si conoscano può cambiare l’esistenza. Insieme Bruno e Aurora riescono a giungere in profondità che neppure pensavano di avere, andando al di là del dolore, riuscendo a cicatrizzare ferite che parevano non volersi rimarginare, guardando ai giorni in modo completamente differente.

Alla fine della storia raccontata in “Finalmente ti ho trovata” ogni lettore potrà notare la differenza che c’è tra una relazione come tante e quella che finalmente si può considerare amore, perché Aurora Gray ce lo racconta con intimità.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!