Recensione Libro “Finché amore non ci separi”

Odio e amore, e due vite costrette a subirsi finché l'amore non li separerà.
Recensione Libro “Finché amore non ci separi”

Prezzo: € 9,90

Di cosa parla “Finché amore non ci separi” di Anna Premoli

Dopo il grande successo di vendite di Anna Premoli con il libro “Ti prego lasciati odiare”, e oltre 250.000 copie vendute, la scrittrice pubblica il suo nuovo romanzo “Finché amore non ci separi”.

In questa ennesima storia che si vive sul filo del rasoio, incontriamo il famoso avvocato Amalia Berger, non unica protagonista delle vicende di “Finché amore non ci separi”.

La donna dà molta importanza alla carriera ed è riconosciuta per il suo fare algido, tanto che è conosciuta nell’ambiente con il nome di “regina di ghiaccio”.

Ryan, invece, gestisce un pub nella Grande Mela ed è il figlio più grande di una famiglia di origini irlandesi.

Amalia e Ryan si sono stati antipatici dai tempi di Yale, ma poi si sono persi di vista, fino a quando Ryan non è chiamato per un posto di vice procuratore e deve affrontare come primo caso l’arresto di una ragazza per giuda in stato d’ebbrezza.

Il caso vuole che l’avvocato della ragazza sia Amalia. Tra i due nasce uno scontro talmente ingestibile che il giudice li condanna entrambi e i due saranno costretti a vivere a stretto contatto per molto tempo.

Amalia e Ryan che si detestano da sempre, sono quindi costretti a collaborare e la cosa non è per nulla semplice.

“Finché amore non ci separi” di Anna Premoli è un libro che si legge in poche ore, che fa divertire con il suo humor, che coinvolge con la sua storia, nonostante qualche lettore lamenti la prevedibilità delle vicende.

Non è da sottovalutare il fatto che la Premoli con il libro “Ti prego lasciati odiare” abbia vinto il Premio Bancarella nel 2013 e che i suoi libri si vendano tanto grazie al passa parola dei lettori, divertiti dalle situazioni grottesche che lei sa delineare con molta bravura.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!