Recensione Libro “Guerra e pace”

Un colosso della letteratura russa. Un libro complesso che molti lettori hanno amato.
Recensione Libro “Guerra e pace”

Prezzo: € 26, 00

Di cosa parla “Guerra e pace” di Lev Tolstoj

“Guerra e pace” di Lev Tolstoj è un romanzo storico imponente, un colosso della letteratura pubblicato nel 1865 su una rivista.

“Guerra e pace” è un libro di difficile lettura, soprattutto per le pesanti e lunghe descrizioni delle battaglie e delle tante storie dei vari personaggi che si intrecciano negli anni in seguito ad avvenimenti storici di rilievo.
La storia di Lev Tolstoj non è semplice da leggere, come molti dei romanzi russi e nelle edizioni italiane spesso si presenta diviso in più tomi.

“Guerra e pace” ambientato durante le guerre napoleoniche vede Andrei Bolkosnki, un comandante dell’esercito russo, ferito durante la battaglia di Austerlitz.
In seguito alla sua guarigione fa ritorno a casa, ma al suo arrivo lo attende una notizia che lo sconvolgerà profondamente: la moglie è morta durante il parto.

Dopo alcuni anni, il conte Pierre Bezuchov si separa dalla moglie Helene, donna molto affascinante, ma anche capricciosa. Nel frattempo Andrei conosce Natascia della famiglia Rostov, i due si innamorano e prima di sposarsi Andrei decide di presentare la sua amata alla famiglia. Qui Natascia verrà accolta con freddezza, motivo che la spinge a rompere il fidanzamento.

A distanza di qualche giorno, Natascia incontra a teatro Anatole Kuraghin, il fratello di Helene, con cui decide di fuggire, ma non vi riesce a causa di Pierre.

La complessa trama di “Guerra e pace” di Tolstoj continua a intrecciarsi e fare una recensione lineare e che riassuma con semplicità il libro diventa difficile.

Siamo giunti al 1812 quando Napoleone invade la Russia e a Borondino i francesi si scontrano vincendo contro i russi. Andrei resta ferito durante la battaglia e nell’infermeria incontra Anatole in fin di vita. Colto dal senso di pietà verso chi ha fatto soffrire Natascia, lo perdona. Intanto Natascia, che ha saputo del ferimento di Andrei, va a prendersi cura di lui sperando di esser perdonata e cercando di dimostrargli tutto il suo amore. Andrei attraverso attente riflessioni rivaluta il valore della vita e muore sereno.

Pierre, nel frattempo, ha deciso di mettere in atto il suo progetto di liberare l’Europa uccidendo Napoleone, ma mentre cerca di salvare una bambina dall’incendio che distrusse gran parte della città di Mosca, viene arrestato e portato in prigione, dove conosce Platon, un soldato saggio che gli fa capire quanto sia importante il perdono e la fratellanza.

“Guerra e pace” giunge alle ultime pagine… I francesi iniziano la ritirata da Mosca portandosi i prigionieri tra cui sono coinvolti anche Pierre e Platon, che muore, mentre Pierre viene salvato dai partigiani russi. Rientrato a Mosca incontra Natascia, donna di cui Pierre è sempre stato innamorato e i due si sposano.