Recensione Libro Il buio oltre la siepe

Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare sino in fondo, qualsiasi cosa succeda.
Recensione Libro Il buio oltre la siepe

Prezzo: € 9,00

Di cosa parla Il buio oltre la siepe di Harper Lee

Il buio oltre la siepe della scrittrice statunitense Harper Lee, scomparsa il 19 febbraio 2016, è un romanzo che ha segnato indissolubilmente la letteratura insinuandosi tra i casi letterari degli ultimi decenni e aggiudicandosi il titolo di capolavoro da parte di critici e lettori.

Pubblicato nel 1960 ebbe un successo immediato, tanto che nello stesso anno a Harper Lee fu assegnato il Premio Pulitzer. Due anni dopo dal romanzo fu tratto l’omonimo film che si aggiudicò tre Oscar.

Il buio oltre la siepe il cui titolo originale era Uccidere un usignolo è ambientato nel Sud degli Stati Uniti degli anni Trenta, in un periodo in cui il razzismo era ancora ben radicato nella società e vi era la segregazione razziale, pratica di restrizione dei diritti civili dei neri.

La protagonista del libro è Scout, una ragazzina vivace, difficile da gestire, che ci mostra attraverso il suo sguardo innocente la realtà di quel tempo; non ci sono filtri nel suo modo di raccontare i fatti, né intenzioni precise. Scout è una bambina che crescendo si accorge delle pecche della società in cui vive, luogo in cui le violenze sono all’ordine del giorno e in cui le persone non riescono a guardare oltre il proprio naso.

La sua maestra, ad esempio, accusa Hitler per il Nazismo e il suo modo di agire che annulla l’uguaglianza, senza rendersi conto che la situazione in cui vive non è molto diversa da quella imposta dalla dittatura.

Il padre di Scout, Atticus Finch, è un avvocato che viene incaricato della difesa d’ufficio di un uomo di colore accusato di violenza carnale su una ragazza. Nonostante l’avvocato riesca a dimostrare la mancanza di prove per accusare il suo cliente e l’innocenza dell’uomo, il ragazzo accusato verrà comunque condannato a morte. Questo fatto mostrerà l’ipocrisia di alcune persone che continuano a nascondersi per paura di manifestare le proprie idee e di altre che sono convinte della giustizia della disuguaglianza che priva i neri dei propri diritti.

Il buio oltre la siepe è un romanzo toccante, che invade lo spirito con le sue verità crudeli. Un libro che ci mostra quanto la vita sarebbe migliore se a cambiare le cose fossero i bambini, gli unici veramente in grado di superare i pregiudizi e di guardare la realtà così com’è.

La scrittrice Harper Lee attraverso il suo libro Il buio oltre la siepe ha mostrato negli anni Sessanta, quando ancora vigeva in America la segregazione razziale, quanto tutto questo fosse sbagliato, ridicolizzando il modo di agire di tantissime persone che si consideravano superiori solo perché bianche.

Per chi ha amato questo libro, c’è una bella notizia: il 19 novembre 2015 è uscito in tutte le librerie italiane un nuovo romanzo di Harper Lee intitolato Va’, metti una sentinella pubblicato dalla casa editrice Feltrinelli.

Informazioni
Data recensione
Titolo
Il buio oltre la siepe
Punteggio
5

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!