Recensione Libro Il cardellino

Un romanzo forte e intimo di Donna Tartt.
Recensione Libro Il cardellino

Prezzo: € 16,00

Di cosa parla Il cardellino di Donna Tartt

Il romanzo Il cardellino di Donna Tartt vede protagonista Theo Decker alle prese con i pittori fiamminghi durante una mostra al Metropolitan Museum di New York. Improvvisamente, mentre il giovane ammira i quadri, andato lì in visita con la madre, con cui ha un rapporto simbiotico, scoppia una bomba.

Colto dal panico e guardandosi attorno, fra calcinacci e corpi privi di vita, Theo non trova la madre, da cui si era allontanato per qualche istante. In stato confusionale, dopo essersi aggirato per quello che è rimasto del museo dopo l’attentato, tra i tanti corpi privi di vita, trova un uomo che sta per morire. Theo gli tiene la mano fino all’ultimo e sarà lui che gli darà un anello che gli cambierà l’esistenza.

Theo uscirà dal museo come se fosse già diventato un adulto o qualcosa di diverso da ciò che era un attimo prima dell’attentato e sarà protagonista di un’avventura che ha del fantastico.
Theo, infatti, porterà con sé il quadro intitolato Il cardellino che diventerà il filo conduttore della geniale storia inventata da Donna Tartt.

Spaventato dall’accaduto e con la paura di essere affidato ai servizi sociali, essendo stato abbandonato dal padre anni prima e ormai orfano di madre, Theo decide di nascondersi in casa assieme al dipinto Il cardellino rubato.

Questo quadro (che ho avuto il piacere di ammirare da vicino) magnifico, nonostante di piccole dimensioni e riempito da un’unica figura, per l’appunto il cardellino, diventa un simbolo molto importante nella vita del giovane, quasi a rappresentare l’innocenza da riscattare, ma che per lui sarà anche emblema di un tormento che non lo lascerà in pace per molti degli anni a venire.

Il lettore non solo sarà affascinato dalla storia del libro Il cardellino sin dalle prime battute, ma resterà folgorato dalla scrittura sinuosa e coinvolgente di Donna Tartt, che nonostante le oltre 800 pagine di narrazione e le ripetizioni di certe emozioni provate dal protagonista, riesce sempre a trovare il modo giusto per insinuarsi sottopelle.

Ogni parola è ricercata con grande cura e le stesse emozioni provate da Theo e riportate più volte sono descritte con una maestria commovente, degna di una scrittrice da annoverare tra le più brave del nostro secolo.
Con la sinuosa scrittura della Tartt e i numerosi colpi di scena che si palesano improvvisamente e man mano nella lettura, il libro Il cardellino conduce il lettore tra le vie periferiche di una realtà fatta di vizi, tradimenti, amori complicati e fughe.

Saranno molti gli incontri significativi che farà Theo, spesso il giovane si troverà a frequentare gente poco raccomandabile, ma tra i tanti troverà anche persone di cuore che lo accudiranno e faranno in modo di mostrargli che nella vita non c’è solo dolore, ma anche speranza e amore.

Theo si troverà invischiato in situazioni complicate, scoprirà la parte oscura di sé, farà i conti con le sue tante debolezze, ma anche con i suoi inaspettati talenti e alla fine scoprirà di esser stato ingannato, come il lettore, da tutto ciò che ha creduto fino a quel momento.

Un intrigo internazionale ingarbugliato lascia sempre con il fiato sospeso, pagina dopo pagina, e si resta piacevolmente spiazzati quando si capisce che la trama del romanzo ha preso una direzione diversa senza che noi ce siamo neppure accorti.

Il cardellino è un romanzo che ritrae la forza del nostro tempo, la falsità del mito americano, in alcuni casi, così come il crollo di valori di una società in decadenza, ma anche la sofferenza di persone rinchiuse in se stesse, dando vigore al conflitto che il protagonista vive nel momento in cui cerca di riscattarsi.

Il cardellino è sicuramente uno dei libri più belli che io abbia mai letto, uno di quelli che potremmo definire un capolavoro, nonostante qualcuno ne abbia criticato le indiscutibili qualità. Questo romanzo è stato scritto con destrezza e in modo eccelletene dal Premio Pulitzer 2014 Donna Tartt, che esalta la bellezza dell’arte, la falsità dell’uomo, la cura che altri essere umani ripongono nel rendere unica l’esistenza degli altri e il fascino delle storie in cui mente e cuore si equilibrano.

Questo libro è consigliato a tutti quelli che sono amanti della bella scrittura, che in fondo si sentono anche loro scrittori e che non si accontentano delle solite storie.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!