Recensione Libro “Il deal dell’Apocalisse”

Mentre metà della popolazione mondiale affoga nel sovraconsumo, e l’altra metà ne soffre le dolorose conseguenze, accettiamo quello che accade prendendovi parte attivamente. Nel migliore dei casi per incoscienza, nel peggiore perché a servizio di un'oligarchia occulta e senza scrupoli, che manipola governi ed economie.
Recensione Libro “Il deal dell’Apocalisse”

Di cosa parla “Il deal dell’Apocalisse” di L.K. Brass

“Il deal dell’Apocalisse” dell’autore L.K. Brass è un libro raffinato, che punta in una direzione molto definita e per l’argomento trattato, l’economia e i suoi risvolti, ed è rivolto a un pubblico interessato al tema, ma è scritto in modo comprensibile tanto che chiunque, anche i meno avvezzi all’argomento, potranno leggerlo, tirando poi le somme.

Nella trama del libro “Il deal dell’Apocalisse” i conti sembrano non tornare, la Banca Centrale Europea sta facendo andare le cose in una certa direzione e non si capisce perché, però sicuramente per interesse di qualcuno, ma di chi? Inoltre le analisi del professor McGregor, che prevedevano un collasso totale dell’economia nel giro di qualche anno, avevano portato a galla situazioni che dovevano essere messi a tacere. Il professore e i suoi figli erano poi morti misteriosamente in un incidente stradale.

Ma i misteri più grandi sono legati a un piano che si sta mettendo in atto per distruggere definitivamente le economie già in bilico dei paesi in crisi da anni. Il complotto finanziario che è alla base del libro, quello che dovrà venire fuori grazie alle indagini, allo spionaggio informatico e l’uso di tecnologie innovative, può portare al crollo definitivo dell’economia di certi paesi.

A cercare di far luce sugli eventi vi è un uomo che combatte da solo contro i giochi di potere dei più ricchi, un uomo che deve affrontare le sue difficoltà familiari e contemporaneamente lottare contro le organizzazioni internazionali senza l’aiuto di nessuno. Questi sono solo alcuni ingredienti del libro “Il deal dell’Apocalisse”.

Il libro di L.K. Brass potrebbe essere definito un thriller finanziario, ma al contempo l’autore dà risalto anche agli aspetti più intimi e legati alla vita privata del protagonista.

Inoltre nel libro “Il deal dell’Apocalisse” l’autore con la sua storia è come se si schierasse politicamente, mostrando un volto non del tutto noto dell’economia attuale.

Il romanzo se da una parte, come detto in precedenza, è scritto in maniera da essere comprensibile per tutti, dall’altra è sicuramente più consigliabile a un pubblico interessato al tema e che ha una certa dimestichezza con l’argomento, altrimenti il libro potrebbe risultare a tratti ostico nonostante l’abilità narrativa dello scrittore, che ci ha deliziati con un libro intelligente.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!