Recensione Libro Il fiore strappato

Questi non sono uomini. Gli uomini non fanno questo cose… gli uomini amano, rispettano, aiutano… gli uomini non ti fanno urlare dal dolore, non ti fanno piangere sino ad implorare di smettere, non ti fanno sanguinare pure l’anima… queste cose le fanno gli… individui come loro! Gli individui… schifosi come loro!
Recensione Libro Il fiore strappato

Prezzo: € 13,50

Di cosa parla Il fiore strappato di Gladys Rovini

Se un romanzo prende forma uscendo dalla carta e diventando qualcosa di più concreto come avviene con il libro Il fiore strappato di Gladys Rovini, il suo significato diventa essenziale; non è più soltanto una storia da leggere.

L’autrice Gladys Rovini ha deciso di dare voci ai suoi pensieri, che condividono la maggior parte delle persone, quando si è resa conto di quante donne e bambini subiscano violenza, fisica e psicologica, nel mondo.

Troppe donne e bambini vengono violati nella carne e nell’anima, e noi non possiamo più rimanere in silenzio… un libro serve anche a questo: a destare attenzione, a far discutere sull’argomento, a farsi spazio nei cuori con le sue parole affinché si realizzi qualcosa per fermare questo scempio.

Il fiore strappato nasce dai racconti di alcune donne che fanno parte del gruppo di ascolto della scrittrice, donne vittime di violenze, spesso avvenute in ambito familiare. Le loro tristi e dolorose vicende hanno spinto la scrittrice a scrivere questo romanzo, perché era necessario.

Fin qui mi sono soffermata tanto sull’argomento trattato nel libro più che sulla trama, ma ho preferito spiegare ciò che ha indotto Gladys Rovini a raccontare quello che purtroppo un numero sempre più alto di donne è costretta a subire, perché è questo l’aspetto fondamentale del romanzo e ciò che potrà convincervi a leggere il libro.

Il fiore strappato è un libro dalle tinte forti, è un romanzo intenso, coraggioso, violento, emozionante, pieno di riflessioni importanti sugli uomini e sulle donne, sui rapporti, su come dovrebbe essere l’amore, su ciò che bisognerebbe fare per impedire che la violenza continui a danno di chi spesso non trova la forza di reagire, denunciare e farsi aiutare.

Perché questa non è solo la storia di sofferenza e guarigione di Lavinia, Camilla, Federica ed Elisa, le protagoniste di questo libro ben scritto e raccontato, ma è la storia di tutte noi e riguarda anche gli uomini, poiché insieme bisogna lottare contro la violenza.

Vorrei concludere la recensione dicendo che questo libro di speranza ha davvero un’importanza straordinaria e che nelle pagine conclusive sono riportati gli indirizzi con i numeri di telefono dei centri antiviolenza italiani, che offrono consulenza, assistenza e ospitalità gratuita alle donne vittime di violenza.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!