Recensione Libro “Il richiamo del cedro”

L’emozione del fatto che poteva finalmente iniziare la missione che da tanto aveva in mente, combatteva con la preoccupazione delle conseguenze che ne potevano derivare.
Recensione Libro “Il richiamo del cedro”

Prezzo: € 15,80

Di cosa parla “Il richiamo del cedro” di Graziano Bortolotti

“Il richiamo del cedro” è il terzo libro dello scrittore emergente Graziano Bortolotti, un thriller edito dalla Booksprint Edizioni. Il romanzo è ben strutturato e appassiona con l’intreccio delle sue storie vissute in tempi e luoghi diversi.

Dan Reaver, protagonista de “Il richiamo del cedro” è un funzionario della CIA che seleziona, in segreto, una squadra di ex agenti per evitare la realizzazione di centrali nucleari in Medio Oriente. Questo progetto da sventare sembra una copertura per la realizzazione della bomba atomica.

La squadra ha compiti delicati da svolgere, tra cui quello di eliminare una serie di persone considerati terroristi. Contemporaneamente, in America qualcosa che per anni era stato tenuto segreto si rivela lentamente grazie a una legge che permette di conoscere ciò che è contenuto in documenti risalenti alla seconda guerra mondiale, documenti che riguardano la fuga di alcuni collaboratori di Hitler. I due eventi sembrano essere legati e bisogna scoprire la verità.

L’aspetto sorprendente del libro “Il richiamo del cedro” di Graziano Bortolotti è la capacità da parte dello scrittore di fondere eventi apparentemente distanti nel tempo, intrecciando il pericolo dell’armamento nucleare del Medio Oriente da cui parte la narrazione del romanzo, a un segreto che risale al nazismo, un piano progettato da Hitler prima di morire.

Così il protagonista del romanzo dovrà scoprire qual è il legame tra i piani atomici e il testamento del periodo nazista, attivandosi in poco tempo e facendo molta attenzione, perché bisogna muoversi con cautela quando si entra in contatto con eventi così delicati della Storia.