Recensione Libro “Il terrazzo dei nanetti”

Ma in una sera come tante, mi si presenta l'occasione, ecco il compromesso ideale per realizzare il mio sogno. All'interno di Blockbuster...un distributore di palline con sorpresa, all'interno delle quali, la serie completa dei nani della favola di Biancaneve.
Recensione Libro “Il terrazzo dei nanetti”

Prezzo: € 12,50

Di cosa parla “Il terrazzo dei nanetti. Extended version, va mò là” di Stefano Medici

Una fantasia bizzarra si mescola con la realtà dando come frutto un libro che vuole essere divertente e curioso. “Il terrazzo dei nanetti. Extended version, va mò là” fa da apripista a “El campo de la pelota” e “Il mistero della pagoda del loto”, pubblicati tutti e tre con Giraldi Editore.

Stefano Medici ci proietta in un mondo che prende forma nella pianta di casa sua, in cui si ritrova ad esplorare boschi animati da nani simili a quelli di Biancaneve, ma con nomi decisamente diversi. Ognuno, con una caratteristica che personalizza il proprio umore e atteggiamento, vive la sua avventura coinvolgendo anche il protagonista.

Stanco delle proprie giornate, del solito lavoro, Stefano si getta con un tuffo nel vuoto nella pianta che sta sul suo terrazzo e armato di coraggio, equipaggiato con gli attrezzi giusti per affrontare una realtà sconosciuta, si ritrova a parlare con i nani del bosco e a cercare di sconfiggere il nemico comune: Gnomoll, un essere mostruoso.

Un viaggio immaginario a contatto con misteri dell’antico Egitto e con creature che rappresentano, con le proprie peculiarità caratteriali, personaggi simili a quelli che incontriamo tutti i giorni per strada, in politica, ovunque.

Stefano, il protagonista de “Il terrazzo dei nanetti”, trovandosi ad affrontare situazioni lontane da quelle quotidiane, nonostante la prossimità di strutture societarie e reazioni individuali, ha modo di riflettere su quello che lo aspetta al ritorno nella vita reale.

E’ così che si rende conto che i suoi nuovi amici fantastici Prezziemolo, Polemico, Pignolo, personaggi da cartone animato, non sono poi tanto diversi dagli amici che lo aspettano al suo ritorno.
E
tra un passo e un altro, tra una storia, un pensiero e un sogno, Stefano viene ricondotto al suo mondo, altrettanto sconvolgente, perché la vita non è mai come una superficie piatta.

Chi è Stefano Medici

Nato a Bologna nel 1968 fa di professione il ragioniere.
Con la Giraldi ha pubblicato “Il terrazzo dei nanetti”, “El campo de la pelota” e “Il mistero della pagoda del loto” che chiude la trilogia.