Recensione Libro Immaginifiche esistenze e sinistri spettri

Il male ha occhi anche dietro la testa.
Recensione Libro Immaginifiche esistenze e sinistri spettri

Prezzo: € 2,99

Di cosa parla Immaginifiche esistenze e sinistri spettri di Vincenzo Malara

Il nuovo horror dello scrittore emergente e giornalista Vincenzo Malara è uscito il 31 ottobre 2015 e siamo certi che chi leggerà Immaginifiche esistenze e sinistri spettri resterà agghiacciato da questi tredici racconti brevi.

Avevamo già avuto modo di conoscere l’autore per le sue precedenti pubblicazioni, tra cui ricordiamo Persi nel vuoto, che ha raggiunto un buon risultato di vendite. Anche in questo libro l’orrore entra a far parte della quotidianità stravolgendo ciò che fino a un attimo prima era normale, tranquillo.

Alla base del libro di Vincenzo Malara c’è un collante che fa da filo conduttore alle storie narrate in Immaginifiche esistenze e sinistri spettri, si tratta dell’imprevedibilità, che è poi ciò che fa dell’horror un romanzo ricco di pathos.

C’è sempre, dietro l’angolo, qualcosa che andrà a stravolgere l’ordinario e i protagonisti delle storie sono quindi messi dinanzi a eventi pieni di attimi da temere. Il mistero avvolge le vite dei protagonisti e il brivido s’impossessa dei loro corpi ogni volta che l’imprevedibilità sopraggiunge come un vento forte e improvviso laddove tutto era fermo fino a un istante prima.

Le qualità narrative di Vincenzo Malara sono indiscutibili: con la sua tecnica naturalmente coinvolgente, riesce a tenere con il fiato sospeso durante i passaggi fondamentali delle storie. Al di là delle vicende raccontate, che spiazzano e s’insinuano nella mente del lettore trascinandosi dietro la paura, vogliamo segnalare il bellissimo booktrailer del libro Immaginifiche esistenze e sinistri spettri che vi consigliamo di guardare.

Peccato che quest’ultima raccolta di racconti horror finisca così presto! Aspettiamo con piacere un nuovo lavoro di Malara, sperando che la prossima volta si tratti di un romanzo; siamo davvero curiosi di confrontarci con una sua storia lunga.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!