Love Kaputt
Love Kaputt

Recensione Libro In esilio da me

E se poi non bastassero più le parole dipinte così sulla distesa indefinita dell’anima sull’onda accartocciata della memoria liberata. E se poi non bastassero più nemmeno le immagini spruzzate di nebbia rubate alla tempesta e dimenticate sui tetti scricchiolanti.
Fibromialgia
Recensione Libro In esilio da me

Prezzo: € 13,60

Di cosa parla In esilio da me di Giovanna Fracassi

In esilio da me di Giovanna Fracassi, pubblicato dalla casa editrice Kimerik, è una raccolta di poesie delicate e appassionate.

Utilizzando metafore, rispecchiando il proprio stato d’animo nella natura, cogliendo dai dettagli essenziali della vita e rimandandoli come un’eco attraverso i suoi versi musicali, la poetessa Giovanna Fracassi riesce a coinvolgere il lettore con la sua fragilità forte, mostrandoci i sentimenti e le emozioni attraverso i suoi occhi.

Quello che è capace di fare la scrittrice con le poesie contenute nel libro In esilio da me è porre il lettore di fronte a un orizzonte ricco di sfumature, dando quindi la possibilità di far cogliere vari messaggi che vagano nello spazio.

Ciò che conta quando si leggono delle poesie è proprio il sentirsi parte integrante delle parole, come se quel sentimento sconosciuto, perché non ci appartiene, perché raccontato da un’altra persona, diventasse nostro e Giovanna Fracassi riesce in questa non facile impresa.

Prima che il suo profumo svanisca

Senza essere criptica ma limpida ed evidente nelle sue intenzioni, utilizzando un linguaggio alla portata di tutti ma ricercato e bello da ascoltare, la poetessa coinvolge la mente prima di tutto e poi gli altri sensi con estrema semplicità.

Nel libro In esilio da me sono vari gli ingredienti, molti i temi trattati partendo sempre da dentro, confrontando con l’esterno, mettendosi in gioco, spogliandosi di qualsiasi veste per mostrarsi nella propria integrità e intimità.

La Fracassi dà gli input necessari al lettore per immedesimarsi in questa storia che lei crea come un percorso tra i sentimenti, poi sta a chi ha il libro tra le mani catturare i particolari necessari a cogliere i messaggi più significativi.

Mi fa piacere concludere questa recensione della silloge In esilio da me con una poesia di Giovanna Fracassi, che s’intitola Eterno:

“Il rintocco dell’eterno
nel fremente fulgore delle stelle
nel soffio luminescente
che langue sulla montagna scabra
sui rami fragili
sulle eriche dormienti
in questo regno del mistero
dove il silenzio è infinito
come un sogno disteso
e il brivido dello spazio
che squarcia il pensiero
è una luce riflessa
palpito serrato
di un’eco divina
scruto l’immenso
nel dilapidare lento
sordo stillicidio
del mio essere.”

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!