Recensione Libro intervista Gladys Rovini autrice del libro Il fiore strappato

Intervista alla scrittrice Gladys Rovini.
Recensione Libro intervista Gladys Rovini autrice del libro Il fiore strappato

Prezzo: € 13,50

Il fiore strappato di RoviniIntervista a Gladys Rovini

1) Per iniziare raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con il libro che hai scritto.

La scrittura fa parte di me sin da quando ero una bimba.
Amo lavorare con le emozioni e amo trasmetterle ai lettori.
Credo che la scrittura sia un dono… e sono orgogliosa quando mi fanno i complimenti, commossi per ciò che hanno letto…
Sono impegnata nel sociale in favore di bambini e disabili.
Nei miei libri tratto temi come sterilità, depressione, adozione, omosessualità, disabilità, violenza…
Il leitmotiv è l’amore.

2) Dovendo riassumere in poche righe il senso del libro Il fiore strappato cosa diresti?

La violenza sulle donne non è giustificabile!
In nessuna situazione.
La violenza deve avere voce.
Le donne devono parlare.
E le persone accanto devono aiutarle.

3) In questo romanzo racconti di violenza psicologica e fisica sulle donne e sui bambini. Nella prefazione spieghi le motivazioni che ti hanno indotto a scrivere questa storia, ce le puoi sintetizzare?

Sono impegnata nel sociale e, proprio grazie a questo impegno, ho ascoltato le confidenze di donne… mamme… afflitte da questa orrenda realtà…
E ovviamente anche le notizie frequenti di cronaca.
Ne sono rimasta profondamente colpita e ho avvertito l’esigenza di scrivere un libro su questo tema.
Per la violenza sui bimbi… io lavoro nel settore dell’infanzia, mi occupo di beneficenza per i piccoli e mi sembrava doveroso inserire in un romanzo così delicato anche questa crudele realtà.

4) Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il libro?

Vorrei che le donne che vivono questa situazione trovassero il coraggio di chiedere aiuto.
Che si appoggiassero alle associazioni contro la violenza dove molte volontarie possono dare loro una mano, per uscire da quest’incubo!
Perché un uomo non ha nessun diritto d’imporsi su una donna, una compagna, una moglie… con la violenza!
Questi problemi non vanno taciuti.
Non è facile, ma… confidarsi con qualcuno è molto utile.
Un discorso particolare è dedicato alle ragazzine innamorate… anche lì devono stare attente!
Nessun ragazzo ha il diritto di pretendere ciò che una ragazza non si sente di fare…
Anche quella è violenza!
E che i genitori fossero vigili sui propri bambini… spesso il pedofilo è molto vicino all’ambito familiare…
I bambini vanno ascoltati!

5) Cosa possiamo fare per aiutare chi subisce ogni giorno violenze di tipo fisico e psicologico e non ha il coraggio di denunciare o chiedere aiuto?

Le donne che subiscono violenza sono spaventate…
Nel contesto familiare c’è la necessità di proteggere i figli…
Molte volte le donne non parlano per difendere la famiglia.
Queste persone devono sentirsi ascoltate e non giudicate.
Protette e sostenute.
Spesso non vogliono guardare in faccia la realtà.
Se un’amica, una conoscente, una vicina sospetta violenza in una casa… deve intervenire!
Con tatto… con educazione… con discrezione…
Importante è appoggiarsi ad un’associazione competente!
Per le vittime di violenza occasionale è comunque fondamentale un supporto psicologico. E la donna deve capire che il problema non è lei… non lo è la sua scollatura così come non lo è la sua minigonna!
Non esistono violenze a causa di… provocazioni…

6) Quanto è servito a te scrivere questo libro e quanto pensi possa essere importante per gli altri?

È stato un lavoro intenso.
Mi è servito molto a livello umano, come donna. E a livello educativo, come mamma.
Per capire che messaggi dare ai miei figli.
Alla femmina il dovere di farsi rispettare… al maschietto quello di rispettare!

7) Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire il tuo libro, quali utilizzeresti?

Intenso, avvolgente, riflessivo.
E, comunque, scritto su una base romantica…

8) Qual è il romanzo che ha rivoluzionato la tua vita conducendoti alla scrittura?

Ce ne sono tanti che mi hanno lasciato qualcosa dentro… la lista sarebbe lunga!
Ogni libro porta in sé una piccola rivoluzione…
Ogni libro è una meravigliosa avventura!

9) Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

Libri dei personaggi dello spettacolo…

10) Adesso è arrivato il momento per porti da sola una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere.

La bontà è un pregio o un difetto?
Credo che sia un pregio… purtroppo, spesso, in mano alla gente sbagliata…

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!