Recensione Libro.it intervista Marco Capodieci autore dei libri “Nettare” ed “Essenza”.

Intervista allo scrittore Marco Capodieci.
Recensione Libro.it intervista Marco Capodieci autore dei libri “Nettare” ed “Essenza”.

1. Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con i libri che hai scritto.

Sono un eterno sognatore e da sempre inseguo i miei sogni per poterli realizzare… Lavoravo in banca, in Svizzera, un buon posto fisso e ben remunerato, ma poi, d’un tratto, “via!” verso un nuovo “cammino”: il Cinema e il Teatro… volevo fare l’Attore. Una volta raggiunto questo obiettivo, con devozione e passione, diplomandomi in una scuola di Roma, ho scoperto la scrittura e il solo andare in scena non mi è più bastato.

2. Dovendo riassumere in poche righe il senso di “Nettare” ed “Essenza” cosa diresti?

Tutto ha un senso e tutto accade per uno scopo preciso e, di questo, ne sono molto convinto. I libri sono entrambe delle trascrizioni di emozioni, sono la ricerca della conoscenza attraverso l’inconscio, il mio, e attraverso i simboli occulti dell’Alchimia, e il risultato, un po’ visionario e irrazionale, sono due “viaggi” per mondi lontani.

3. In entrambi i libri vi è un percorso spirituale che porterà alla conoscenza di se stessi. Da dove nasce in te il desiderio di raccontare di questi viaggi così intimi?

Dai viaggi veri e propri per il mondo: dall’Europa all’Australia… passando per l’Asia e le Americhe. E questo andare e venire, cioè un’AZIONE conscia, ha provocato in me una… REAZIONE inconscia, cioè il voler sapere di più, di capire i diversi perché irrisolti di me stesso.

4. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo i libri? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere?

… che tutto non ha una fine una volta girata una pagina del libro e che le emozioni che ognuno potrebbe provare, non sono lì per caso.

5. Come pensi che le storie che racconti nei tuoi libri possano essere accolte dai tuoi lettori? E a cosa vorresti potessero apportare nelle loro esistenze?

Chi fin ora mi ha letto dice che “Nettare” ed “Essenza-alchimia” sono emozionanti, che sono poesia e che portano laddove io li conduco con la narrazione… In un mondo così veloce, dove tutto è blindato nell’economia, ecco che questi due piccoli libri, potrebbero dare ai lettori una carezza d’amore così da trattenerli per un po’ per riflettere sulla loro vita e sui simboli alchemici che li circondano.

6. Qual è il romanzo che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

Scrivo per il Teatro già da parecchio e, preparando una drammaturgia per uno spettacolo sul personaggio di “Giacomo Casanova”, mi sono imbattuto nei suoi testi: “La Storia della mia Vita”. Al di là di quelle pagine, una marea di storie e racconti, c’era un mondo nascosto, sconosciuto, colmo di filosofia e poesia… Finito di scrivere quel testo teatrale, ho aperto un file Word nel mio computer e ho cominciato a scrivere “Nettare”: in 11 giorni era pronto per essere spedito all’editore. Poi, dopo essermi immerso in diversi libri di Alchimia e Alchimia spirituale, mi sono rimesso davanti alla tastiera ed è nato “Essenza-alchimia”, scritto invece in 21 giorni.

7. Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

Non consiglierei a nessuno, ma proprio a nessuno, il libro pubblicato da… di quello strano autore improvvisato che si chiama… Uhhh, ma come si chiamava quell’autore?! Ecco, ho rimosso… ho rimosso dal mio conscio ed inconscio quello scempio di libro…

8. Adesso è arrivato il momento per porti da solo una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Sei un extra-terrestre… un marziano?

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!