Recensione Libro.it intervista Marco Squarcia autore del libro “Attimo in più”

Intervista allo scrittore emergente Marco Squarcia.
Recensione Libro.it intervista Marco Squarcia autore del libro “Attimo in più”

1.Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con il libro che hai scritto.

Nato nel Parco dei Monti Sibillini il 4 Agosto 1987, precisamente ad Amandola, fin da quando avevo pochi anni, leggo dapprima i fumetti e poi libri sempre più impegnati. Mi diplomo in Ragioneria e conseguo poi, la laurea in Economia del Territorio e del Turismo.
Inizio nel 2011, un corso di scrittura creativa, tramite la quale, scopro una passione celata dentro di me e che va’ stimolata. I tanti libri divorati negli anni, sono una fucina di creatività. Così scrivo.
Partecipo con devozione ad una Antologia: Il cerchio della memoria.
Un lavoro che grazie allo scrittore Vittorio Graziosi e agli altri compagni d’avventura, mi ha permesso di capire che questa passione, andava resa ancor più viva e passionale. Partecipo a numerosi concorsi letterari in Italia, conseguendo anche alcuni riconoscimenti, oltre a dilettarmi nel giornalismo tramite magazine web.
Nel frattempo lavoro ad alcuni componimenti, arrivando al traguardo del primo libro nel 2014. Ovviamente non sarà l’ultimo…
Partecipo a numerosi concorsi letterari in Italia e mi classifico tra i primi tre in:
-L’Africa un continente che ha bisogno di noi,a Canicatti;
– Liberiamoci con le Parole 2013, Roma;
-Poeti e Poesie 2013.

2. Dovendo riassumere in poche righe il senso del li
bro “Attimo in più” cosa diresti?

Una raccolta di novelle fantasiose, che si ispirano a luoghi reali e scenari naturali e godibili. Ogni storia ha un suo filone, ma tutto alla fine congiunge verso delle morali univoche: prendersi del tempo per sè stessi.

3. Le storie che narri hanno alla base due messaggi importanti: prendersi cura della natura e cogliere il valore del tempo. Da dove nasce l’idea?

Nasce dalla frenesia dei giorni che corrono incessanti, della monotonia dello scorrere del tempo, del ritmo e dello stress che ci sopraffaggono. Chi soffre di tutto questo, oltre all’uomo, è la natura, sempre più bistrattata e malmenata. La riflessione nasce da queste insicurezze.

4. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il libro? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere?

Che non è importante correre, se poi si rimane nudi e spossati. Essere sè stessi, con i propri ritmi.

5. Viviamo sempre di corsa, perdendoci i dettagli e quindi le cose che contano. Il tuo libro per bambini vuole far comprendere attraverso storie e illustrazioni quanto ogni attimo sia prezioso. Come mai hai deciso di rivolgerti ai bambini? Pensi che il futuro migliore dipenda da loro?

Sembrerò banale, ma le notizie che leggiamo, i flash che ci arrivano, dicono che la società in cui viviamo, è sempre più votata all’apparire piuttosto che all’essere. I bambini, soffrono più di tutti, ma ce ne accorgeremo solo dopo. Aprire gli occhi a loro, questo il tentativo.

6. Quali sono i tuoi progetti? Stai scrivendo un altro libro, oppure ti stai dedicando alla promozione di “Attimo in più”?

Attualmente il libro sta andando bene, è presente in molte librerie e sta raggiungendo canali di promozione visibili e ben strutturati. Mi sto dedicando a quest’opera quasi senza sosta, per valorizzarla, ma non rimango fermo con la scrittura… altri lavori sono pronti e aspettano di vedere la luce!

7. Qual è il romanzo che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

Probabilmente non ce n’è stato uno in particolare, ho letto libri di ogni genere e finalmente poi, ho capito che potevo scrivere anche io. Più che un libro, vari autori mi hanno suggerito questa nuova avventura: Baricco, Rodari, Collodi, Bulgakov, Calvino.

8. Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

Nessun libro, perché penso che ogni pagina di un romanzo o di una raccolta, abbia il suo perché. Quando si legge un libro, non si sfogliano solo le pagine, bensì si entra in casa dell’autore che lo ha scritto e questo, lo ha fatto con passione e cuore, tutti i libri sono belli.

9. Adesso è arrivato il momento per porti da solo una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

– Pensi che questo possa diventare un sogno realizzato in futuro?
– Spero proprio di sì.

Per maggiori informazioni visita il sito: http://attimoinpiu.com/

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!