Recensione Libro.it intervista Riccardo Bonini autore del libro “Solo per voi”

Intervista allo scrittore Riccardo Bonini.
Recensione Libro.it intervista Riccardo Bonini autore del libro “Solo per voi”

1. Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con il libro che hai scritto.

Ho iniziato a scrivere a quindici anni, per tenere un diario di ogni giorno, su consiglio della mia professoressa di letteratura Maria P., durante il primo anno di scuola superiore. Un piccolo impegno che è diventato un desiderio di scrivere quasi quotidiano. Così sono nate le prime poesie e i miei primi racconti. Il desiderio e forse il bisogno interiore di raccontare un periodo meraviglioso della mia vita ha permesso di realizzare questo libro, con il fondamentale aiuto di mia figlia.

2. Dovendo riassumere in poche righe il senso del libro “Solo per voi” cosa diresti?

Direi che è un viaggio, del corpo e dell’anima in un tempo passato che ritorna per sfidare, con i suoi ricordi d’amore e d’amicizia, l’eternità.

3. Nel tuo romanzo racconti la storia di un’amicizia intensa vissuta in gioventù, un legame che sembra eterno quando si prova a quell’età. Quanto c’è di tuo in questo libro, della tua vita, delle tue emozioni?

In questo libro, ho provato a trasferire le emozioni più belle e vere di un periodo della mia vita unico ed irripetibile, dove amicizia e amore sono esistiti veramente. I miei sono ricordi autentici che diventano esperienza da trasferire in modo particolare a tutti i giovani.

4. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il libro? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere?

Vorrei trasmettere al lettore momenti di serenità, portandolo a riscoprire un periodo della vita indimenticabile attraverso tutto ciò che riesce a stupirci ed a meravigliarci.

5. Nel libro narri di due viaggi condivisi con gli amici e del viaggio interiore che ogni giovane è portato a vivere quando ci si allontana dal proprio mondo quotidiano. Quali ricordi trattieni gelosamente del tuo passato inerente al tuo percorso?

Ho scritto i miei ricordi più belli e le mie emozioni profonde vissute in un’età che proprio in questo libro definisco “d’oro”. Avrei tanto da raccontare per questo sto pensando di continuare a scrivere.

6. Hai nuovi progetti editoriali o per il momento ti stai dedicando alla promozione del libro “Solo per voi”?

In questo periodo mi occupo di far conoscere “Solo per voi” attraverso le presentazioni nelle biblioteche e nelle scuole medie. Anche grazie all’aiuto di questo vostro sito molto professionale e ben organizzato mi sto occupando della sua promozione. Nel cassetto ho già il progetto per un altro libro, di cui per il momento non vorrei svelare il titolo e l’argomento.

7. Qual è il libro che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

Ho letto molto, in modo particolare romanzi. La mia preferita è Oriana Fallaci ed in particolare il suo libro “Un uomo” ha rivoluzionato il mio modo di approcciarmi alla lettura e successivamente alla scrittura.

8. Quale romanzo non consiglieresti mai a nessuno?

Non mi permetto di giudicare il lavoro degli altri. Sono convinto che in ogni libro ci sia una parte di vita vera o inventata che in qualche modo vada rispettata.

9. Adesso è arrivato il momento per porti da solo una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

“Sarò mai intervistato per aver scritto un libro?” Tutte quelle che mi avete fatto voi inoltre sono domande alle quali non avrei mai immaginato di rispondere.
Vi ringrazio tanto.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!