Recensione Libro.it intervista Roberto Blandino autore del libro Lo spirito del male

Intervista allo scrittore emergente Roberto Blandino.
Recensione Libro.it intervista Roberto Blandino autore del libro Lo spirito del male

Prezzo: € 12,90

Lo spirito del maleIntervista a Roberto Blandino

1. Dovendo riassumere in poche righe il senso del libro Lo spirito del male cosa diresti?

È un percorso iniziatico, vestito da thriller esoterico, nel quale vengono affrontati i grandi interrogativi dell’esistenza, senza la pretesa di giungere a delle risposte definitive.

2. Da dove nasce l’ispirazione che ti ha indotto a raccontare questa storia il cui il mistero aleggia durante tutta la storia per svelare lati oscuri degli uomini e della città in cui le vicende si realizzano?

Torino è la mia città natale. Gabriel Delacroix, così come molti altri personaggi della storia, rappresentano lati della mia personalità che ho cercato di far vivere attraverso le loro gesta. Ciò che mi circonda, e ciò che sono, hanno rappresentato una inesauribile fonte di ispirazione.

3. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il libro? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere?

Nulla è come sembra all’apparenza. Vi sono molti livelli di esistenza, molti significati nascosti che l’uomo ha il dovere di indagare. La ricerca, il viaggio, sono la vera spinta propulsiva del vivere. La meta, in fondo, non ha alcuna importanza. E’ solo un nuovo inizio.

4. Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire il tuo libro, quali useresti?

Avvincente, sorprendente, non convenzionale.

5. Perché credi che si debba leggere Lo spirito del male?

Perché è una bella storia, non mancante del colpo di scena finale e che presenta notevoli spunti di riflessione e di approfondimento da parte del lettore.

6. Il tuo romanzo è un thriller con una forte componente esoterica, come mai hai deciso di fondere questi due mondi?

Sono due mondi che si fondono e si compenetrano idealmente. È come gettare un fascio di luce nelle tenebre, sperando di diradarle almeno un po’. È un richiamo irresistibile, al quale nessuno riesce a resistere.

7. Cosa hai provato quando hai finito di scrivere questo libro?

Mi sono divertito ed emozionato. E mi è venuta voglia di scriverne altri. Cosa che ho fatto…

8. Quali sono i tuoi prossimi progetti? Ti stai già dedicando alla scrittura di un nuovo libro? Di che genere si tratta?

Ho già scritto tre seguiti, sempre con Gabriel Delacroix come protagonista, che usciranno sempre editi da Leone Editore e sto attentamente vagliando la trama del quinto episodio. Ma per quest’ultimo progetto ho chiaramente diverso tempo a disposizione.

9. Qual è il romanzo che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

IT, di Stephen King. Un capolavoro monumentale e assoluto.

10. Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

Qualsiasi libro, anche il più banale, può essere interessante e prezioso per qualcuno. Nel passato sono state bruciate intere biblioteche con l’unico scopo di cancellare storia, cultura e pensiero differenti… Ecco, io credo che anche il peggiore dei libri sia comunque un tesoro da tutelare, se all’opposto della curva vi si oppone ottusità e cattiveria gratuita.

11. Adesso è arrivato il momento per porti da solo una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Hai paura del Lato Oscuro?
Assolutamente no. Lì hanno decisamente i biscotti più buoni…

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!