Recensione Libro.it intervista Simona Tuliozzi autrice del libro “Oltre la scrittura i segreti celati di grandi e bambini”

Intervista alla scrittrice Simona Tuliozzi.
Recensione Libro.it intervista Simona Tuliozzi autrice del libro “Oltre la scrittura i segreti celati di grandi e bambini”

1. Per iniziare… raccontaci qualcosa di te, qualcosa che vorresti che i nostri lettori sapessero prima di entrare in contatto con il libro che hai scritto.

Cosa dire di me? Posso parlare delle mie passioni: l’Africa, la fotografia, gli animali, la scrittura. La grafologia ad esempio è una delle mie più grandi passioni da almeno 15 anni!

2. Dovendo riassumere in poche righe il senso del libro “Oltre la scrittura i segreti di grandi e bambini” cosa diresti?

Direi senza dubbio che è un libro che si legge agevolmente anche se è un sorta di piccolo manuale che ci porta piano piano all’interno della nostra sfera più intima, proprio analizzando non ciò che scriviamo, ma come lo scriviamo. Sì, in effetti attraverso questo libro risulta facile anche auto-analizzarsi!

3. Da dove nasce l’idea di scrivere un libro sull’importanza della grafia, che arriva a spiegare cosa si nasconde dietro la scrittura?

Io scrivo e ovviamente scrivo ciò che mi piace e di cui ho le competenze. Ad oggi infatti ho scritto testi di natura psicologia, antropologica e ovviamente più tecnici, come questo. E’ importante sapere ciò che cela la scrittura perché essa rappresenta la nostra energia vitale, è un po’ come l’elettrocardiogramma che misura l’energia e le pulsazioni cardiache… la scrittura misura l’energia vitale, i nostri stati d’animo, i nostri punti di forza o di debolezza. Riuscire a fare un’analisi grafologica è quanto di più affascinante si possa fare perché lo scrivente dinanzi al grafologo è nudo, non può mentire perché la scrittura parla per lui.

4. Cosa vorresti che restasse impresso nella mente del lettore dopo essersi immerso nel tuo libro?

Sicuramente dopo aver letto attentamente il libro il lettore prende maggiormente consapevolezza delle fragilità umane ma soprattutto può rendersi conto di come tante persone che hanno atteggiamenti dispotici o apparentemente forti, in realtà siano sono deboli, ansiose, insicure e con un’energia vitale assolutamente mal canalizzata. Alle volte basta un paraffo (non vi dirò cosa è, andate a leggerlo sul libro!), delle lettere poste in un certo modo o una certa impostazione spaziale, per farci capire chi abbiamo di fronte o addirittura capire meglio chi siamo.

5. Ci sono dei segreti comuni celati dalle persone che vengono a galla con lo studio della grafologia, qualcosa che accomuna uomini, donne e bambini?

I segreti che possono accomunare grandi e bambini possono essere la slealtà, la violenza nascosta, l’autolesionismo… ma naturalmente dal gesto grafico emerge tutto, proprio tutto.

6. In quale modo la grafologia può aiutare le persone?

La grafologia è l’analisi della scrittura quindi parla a chi vuole ascoltarla.

7. Hai nuovi progetti editoriali su cui stai lavorando o per il momento ti stai dedicando alla promozione del libro “Oltre la scrittura i segreti celati di grandi e bambini”?

Nel 2015 uscirà “Africaggiando” anch’esso edito dalla Viola Editrice e sarà bilingue. Verrà pubblicato in italiano e in francese. Una sorta di diario di viaggio in cui racconto le mie esperienze come viaggiatrice/antropologa in alcuni paesi dell’Africa subsahariana, ma soprattutto descrivendo riti sconosciuti e luoghi impenetrabili che ho potuto raggiungere solo grazie agli indigeni cui mi ero affidata.

8. Qual è il libro che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

Non c’è assolutamente un libro, è stato un percorso… interminabile.

9. Quale romanzo non consiglieresti mai a nessuno?

Ce ne sono tanti, troppi, ma non sono nessuno per giudicare, è solo un fatto puramente personale.

Adesso è arrivato il momento per porti da sola una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Nessuno mi ha mai chiesto se cambierei qualcosa della mia vita, ma va bene così anche perché risponderei che a conti fatti non cambierei nulla e la vita mi ha dato tutto quello di cui avevo bisogno, momento per momento, giorno dopo giorno e nelle varie fasi dell’età.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!