Recensione Libro.it intervista Tiziana Martino autrice del libro E la vita è così… a volte no, a volte sì

Intervista alla scrittrice emergente Tiziana Martino.
Recensione Libro.it intervista Tiziana Martino autrice del libro E la vita è così… a volte no, a volte sì

E la vita è così di Tiziana MatinoIntervista a Tiziana Martino

1. Dovendo riassumere in poche righe il senso della tua raccolta di poesie E la vita è così…a volte no, a volte sì cosa diresti?

In questa raccolta c’è l’essenza della vita dal mio punto di vita: l’altalena di emozioni, di situazioni economiche, politiche e sociali caratterizza la vita di ognuno di noi. Non gira sempre tutto nel verso giusto ed il più grande impegno del nostro viaggio consiste nello sviluppare sia le capacità atte a sfruttare le correnti favorevoli che quelle atte a vincere le correnti avverse.

2. Da dove nasce l’ispirazione per questo libro in cui c’è spazio per i sentimenti più intimi ma anche per la condizione critica in cui verte il nostro Paese?

Questo libro è la macedonia di pensieri ed emozioni che mi porto dietro giorno dopo giorno. La condizione politica attuale influenza il mio vissuto e viceversa. Se non fossi stata impegnata in una lotta personale al cancro al seno non avrei subito così tanti danni dall’attuale situazione politica ed economica. Si pensi infatti a quanto costa una malattia tra medici, farmaci, viaggi e follow- up che dura per diversi anni. D’altra parte senza quella battaglia mai avrei preso visione della vera essenza della vita. Sono cambiata, sono cresciuta (in tutti i sensi visto che ho messo su un bel po’ di chili!) e ne sono felice. Forse trasformare i no della vita in sì consiste in queste maturazioni.

3. Cosa vorresti che il lettore riuscisse a comprendere leggendo il libro? Quale significato non del tutto esplicito vorresti potesse cogliere dalle tue poesie?

L’intento è l’esortazione alla condivisione delle emozioni, delle sofferenze, delle debolezze per sentirsi meno soli, meno “diversi”, meno “fragili” e per trovarsi quindi tutti uniti e solidali per la lotta ad un continuo miglioramento del mondo. Viviamo tutti sotto lo stesso cielo, calpestiamo le stesse strade chi zoppicando, chi correndo ma tutti con qualche peso sul cuore e qualche sogno in tasca: guardiamoci, amiamoci o almeno tolleriamoci, combattiamo insieme affinché questo viaggio abbia meno ostacoli possibile, affinché le strade siano più sicure ed agevoli per tutti e saremo tutti meno soli e più soddisfatti. Non fraintendetemi il messaggio non rinchiude buonismo a tutti i costi ma “rivoluzione” costi quel che costi!

4. Come mai hai scelto la poesia per esprimere i tuoi sentimenti?

A dire il vero è la poesia che ha scelto me! Sto sperimentando altre forme di scrittura ma la poesia mi richiama sempre.

5. Se dovessi utilizzare tre aggettivi per definire la tua raccolta poetica, quali useresti?

Semplice
Immediata
Essenziale

6. Perché credi che si debba leggere E la vita è così… a volte no, a volte sì?

Per curiosità, per emozionarsi (spero), per condividere e sentirsi meno soli (spero), per verificare se sono riuscita in questi miei intenti!

7. Da dove nasce la passione per la scrittura?

Non lo ricordo precisamente, non ricordo neanche quando precisamente è nata ma ricordo che ero molto giovane e ricordo che mi esplodevano dentro emozioni e pensieri che non sapevo esprimere a voce e che quindi fissavo sul foglio bianco nella tranquillità della mia stanza con la porta ben chiusa.

8. Hai nuovi progetti in vista? Stai scrivendo un nuovo libro? Puoi anticiparci qualcosa?

Sono impegnata in un’altra raccolta poetica che spero di poter pubblicare il prossimo anno e in un altro lavoro in prosa che richiede più tempo e maggiore impegno per l’argomento trattato. Non anticipo nulla per ora, devo lavorarci ancora tanto.

9. Qual è il romanzo che ha “rivoluzionato” la tua vita conducendoti alla scrittura?

Piccole donne di Louisa May Alcott chiaramente adoravo e mi identificavo con Jo.

10. Quale libro non consiglieresti mai a nessuno?

No, non posso! Mi è capitato qualche volta di cominciare a leggere un libro e di richiuderlo dopo poco perché proprio non trovavo motivo per andare aventi ma ritengo che tutto sia assolutamente soggettivo: ciò che non emoziona me potrebbe emozionare altri, un argomento che non interessa altri potrebbe catturare tutta la mia attenzione.

11. Adesso è arrivato il momento per porti da sola una domanda che nessuno ti ha mai fatto, ma a cui avresti sempre voluto rispondere…

Partendo dal presupposto che il libro di poesie ha un pubblico molto ristretto e che scrivendo non ci si arricchisce, cosa ti ha spinto a pubblicare un libro di poesie?
E qui vi lascio in sospeso!

Acquista il libro su IBS.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!