Recensione Libro “L’alba di un giorno sconosciuto”

Una stranissima novità ha colpito il nostro mondo alla prima luce di quest’oggi; da qualche ora nessuno può farsi più del male, e ciò comporta che non si può più morire!
Recensione Libro “L’alba di un giorno sconosciuto”

Casa editrice

Viola Editrice

Prezzo: € 12,00

Di cosa parla “L’alba di un giorno sconosciuto” di Simone Bocci

Simone Bocci con il suo libro “L’alba di un giorno sconosciuto” pubblicato da Viola Editrice riesce a coinvolgere il lettore in una storia che ha dell’incredibile e nonostante si basi su un dono stupendo finisce per trasformarsi in qualcosa di negativo, perché questo dono viene utilizzato nel peggiore dei modi.

I protagonisti del libro “L’alba di un giorno sconosciuto” sono due fratelli opposti in tutto e per tutto che si chiamano Brays e Aron. I due dopo aver compiuto un atto da dimenticare, decidono di separarsi per meglio nascondere lo scheletro nell’armadio.
Sono loro, però, che saranno chiamati ad affrontare gli effetti del “dono”, che ha eliminato il dolore dalla vita degli uomini.

Le loro strade ormai sono divise, ma quello che doveva essere un dono, che ha fatto scomparire il dolore evitando persino che gli uomini morissero, mostra il rovescio della medaglia: le persone si sentono come fossero Dio ed è da questa sbagliata percezione che ci si dirige verso l’apocalisse.

L’essere umano decide di domare il dono, che perde il suo valore. Scoppia il caos perché le persone iniziano a sfidare la morte, a sentirsi immortali e invincibili.

I due giovani reagiranno diversamente al caos che sta succedendo intorno a loro, mentre Brays vivrà in maniera solitaria, Aron avendo una famiglia si batte per cercare di rintracciare la famiglia che gli è stata portata via.
I due, che hanno intrapreso percorsi diversi, tenderanno però allo stesso obiettivo.

“L’alba di un giorno sconosciuto” di Simone Bocci viene narrato dalle voci dei due protagonisti, che raccontano la loro vita. Il lettore grazie a questa scelta messa in atto dallo scrittore, è in grado di conoscere particolari importanti dell’esistenza di Brays e Aron e capire da che parte schierarsi.

L’idea di fondo del libro è interessante e allo stesso tempo inquietante, per lo scenario dipinto da Simone Bocci. Il lettore dopo aver letto “L’alba di un giorno sconosciuto” avrà chiaro che l’uomo con il suo intervento può cambiare le sorti del mondo.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!