Recensione libro L’alchimista

Ci sono momenti nella vita in cui l'unica alternativa possibile è perdere il controllo.
Recensione libro L’alchimista

Prezzo: € 12,00

Di cosa parla L’alchimista di Paulo Coelho

Il protagonista della magica storia scritta da Paulo Coelho, L’Alchimista è Santiago, un pastorello che spinto da un sogno fatto per due volte, in cui un bambino gli dice di raggiungere le Piramidi per appropriarsi di un tesoro, intraprende un lungo viaggio alla scoperta del mondo.

Ma non è la meta che conta, la cosa importante è proprio il percorso che si fa per arrivare alla meta. Ciò che spinge realmente Santiago a partire è l’incontro con un Re travestito da vecchio, che si mostra, sotto varie forme, ogni volta che un uomo sta per cedere alle proprie debolezze. Il Re dona a Santiago due pietre che hanno la capacità di indicargli la strada da percorrere, attraverso segnali da decifrare.

Il protagonista de L’alchimista vende le sue pecore e lascia tutto per muovere i passi verso la conoscenza. Una volta giunto a Tangeri, spogliato di tutti i suoi beni, per sopravvivere, è costretto a lavorare duramente prima di poter partire nuovamente.

E’ in questa seconda fase del suo viaggio che farà due incontri molto importanti. Prima con la ragazza che lo farà innamorare, ma che è costretto a lasciare per continuare il suo cammino. Il secondo, fondamentale incontro è quello con un uomo inglese che ha studiato l’alchimia e desidera incontrare l’Alchimista.

Procedendo il suo viaggio in direzione dell’Egitto, Santiago si imbatte in un saggio da cui trarrà importanti insegnamenti, tra cui quello di ascoltare il proprio cuore e compiere la sua leggenda personale.

Il suo peregrinare, però, riceve una battuta d’arresto quando viene però catturato dai predoni del deserto, ai quali rivela il motivo che lo ha spinto a mettersi in viaggio, sperando di riuscire a farsi liberare. I suoi carnefici, prima lo deridono per la sua motivazione, il sogno che l’ha condotto fino a laggiù, ma poi, uno di loro, gli svela di aver avuto delle visioni simili alle sue, sognava infatti che c’era un tesoro nascosto in una chiesa in Andalusia.

A quel punto Santiago riconosce il luogo del racconto nel posto in cui pascolava le sue pecore, così fa rientro a casa e diventato ricco torna dal suo unico amore, l’unica cosa che capisce abbia un reale valore nella sua vita, quello che spesso si dimentica nella sua essenzialità.

Va incontro alla donna che aveva lasciato per proseguire il suo viaggio. Così quella che può sembrare una domanda, iniziando a leggere il libro L’Alchimista  di Paulo Coelho, si trasforma in un’affermazione, ancora del tutto da chiarire: bisogna ritrovare se stessi prima di poter condividere il proprio mondo con qualcun altro e vivere la persona amata?!

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!