Recensione Libro “L’esistenza di Elsa”

Nonostante gli oggetti che rappresentano il mio passato siano inanimati, le emozioni che provo oggi osservandoli sono davvero intense e dolorose.
Recensione Libro “L’esistenza di Elsa”

Prezzo: € 12,39

Di cosa parla “L’esistenza di Elsa” di Francesca Paolillo

Nel libro di Francesca Paolillo “L’esistenza di Elsa” viene narrata la complicata vita di Elsa, venuta al mondo come sesta figlia all’inizio del Novecento. I genitori, ormai non più giovani, non volevano un altro figlio e come conseguenza Elsa trascorre il suo tempo privata di amore e chiusa in una solitudine segregante.

La protagonista inizia il suo racconto con questa frase significativa: “Nell’attimo stesso in cui ho emesso il mio primo acutissimo e disperato vagito, ho percepito che il mondo nel quale andavo ad affacciarmi mi sarebbe stato ostile.”

La vita di Elsa prosegue tra molte difficoltà, anche se non si lascia sopraffare dalla Seconda guerra mondiale. Dopo la laurea si trasferisce a Venezia dove farà l’insegnante in un monastero di Suore.

Sarà qui che la protagonista de “L’esistenza di Elsa” trova la tranquillità insperata fino a quel momento. Ma le difficoltà per la giovane non sembrano essere finite, perché s’innamora di un uomo che la prenderà in giro e la lascerà sola durante la gravidanza. Elsa non sapendo cosa fare, si lascia convincere e darà in adozione il figlio.

Dopo poco si trasferirà a Genova e sposerà Mario, un uomo rimasto vedovo, da cui avrà una figlia di nome Claudia. La figlia incontra, durante il corso di studi, Giovanni, un ragazzo che in seguito alla morte dei genitori scopre di essere stato adottato. Durante le ricerche sulle origini di Giovanni, il ragazzo assieme a Claudia dovrà fare i conti con la dura realtà che aprirà ferite e farà riflettere su l’ambiguità dell’esistenza.

Tante cose dovranno ancora accadere nella vita di Claudia e Giovanni, fatti che li allontaneranno e renderanno misteriosa questa storia.

Nel libro “L’esistenza di Elsa” la scrittrice Francesca Paolillo mostra cosa si possa nascondere dietro le relazioni, quanti segreti aleggino sulle vite delle persone e quanto dolore possano portare alla luce i familiari.

La Paolillo riesce a creare un mistero che è racchiuso all’interno di un manoscritto ritrovato solo dopo la morte di Elsa, raccontando vicende che non lasceranno indifferenti i lettori.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!