Recensione Libro L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome

In molti amano l’odore della carta. Alcuni ne vanno proprio pazzi. Quando comprano un libro, se lo avvicinano al naso e aspirano forte chiudendo gli occhi.
Recensione Libro L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome

Prezzo: € 14,90

Di cosa parla L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso

Amando molto scrivere e leggere non potevo che apprezzare il libro L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso, romanzo pubblicato nel 2015 dalla casa editrice Garzanti.

Con una scrittura dai toni caldi, una protagonista che ispira subito simpatia, nonostante non sia capace di gestire le sue esplosioni di sincerità, Alice Basso mi ha davvero conquistata.

Copertina Alice BassoVani è una Ghostwriter con grandi capacità, costretta a utilizzare il suo spiccato talento per gli altri, sì, perché il suo lavoro è scrivere libri a chi dice di saperlo fare, ma di non avere il tempo necessario da dedicare alla loro opera.

Lei, come il suo capo, proprietario della casa editrice, sa che sono tutte scuse e quei professori, pseudo artisti e personaggi famosi per cui scrive non hanno le sue stesse capacità e non saprebbero neppure da dove cominciare a raccontare una storia.

Vani, invece, ha sempre una storia che le passa per la testa, idee convincenti e aneddoti che conquistano i suoi lettori, quelli che non sanno che dietro quel libro si cela la penna di qualcuno che non è l’autore che appare sulla copertina.

Solitamente le persone per cui scrive sono autori privi di messaggi da lanciare e di idee, finti scrittori che lei preferisce non incontrare, le basta avere la bozza di una storia e lavorarci fino a tirare fuori il meglio, cosa di cui è sempre capace.

Un giorno accade qualcosa che la cambierà, perché il suo capo decide di farle incontrare un autore Premio Strega che, dopo il grande successo ottenuto, non riesce a scrivere nulla di altrettanto valore. E Riccardo, lo scrittore, dimostra di essere diverso dagli altri autori aridi e spocchiosi, ha tante frasi interessanti che ha raccolto, ma nessun progetto che metta insieme i vari fogli su cui ha scritto.

Vani studia la situazione e riesce, in pochi giorni, ad avere un’idea brillante che spiega a Riccardo. Da quel momento lui penderà dalle sue labbra guardandola come nessun uomo ha mai fatto. Ma dopo il successo del libro, Riccardo sembra dimenticarla, mostrandosi così uguale a tutti gli altri scrittori.

Cosa accadrà quando i due protagonisti de L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome si rincontreranno? Saranno in grado di chiarire la loro situazione? Riusciranno a trovare la stessa sintonia che avevano durante la stesura del libro?

L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome di Alice Basso è un romanzo che si legge con trasporto, che appassiona a ogni parola, adatto e consigliato soprattutto ai lettori che amano il mondo dei libri e della scrittura.

Romanzi come L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome rendono piacevole la lettura e di questo dobbiamo ringraziare anche la casa editrice Garzanti per le sue ottime scelte degli ultimi anni.

Per chi ha amato questa storia nel 2016 è uscito in libreria anche il seguito: Scrivere è un mestiere pericoloso, romanzo se possibile ancora più coinvolgente del primo.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!