Recensione Libro L’ipotesi del male

Trama Un romanzo da incubo, che entra nella testa del lettore come l'oscurità che s'insinua nella sera.
Recensione Libro L’ipotesi del male

Prezzo: € 5,00

Di cosa parla L’ipotesi del male di Donato Carrisi

Nell’ultimo romanzo di Donato Carrisi L’ipotesi del male, pubblicato da Longanesi e poi in versione economica dalla casa editrice Tea nel 2015, sembra di vivere in un incubo, ci sono infatti persone che improvvisamente spariscono nel nulla, si dissolvono senza che si sappia il motivo e, dopo un po’, nessuno se li ricorda più.

C’è chi invece, come Mila Vasquez, la protagonista de L’ipotesi del male non riesce a dimenticare e ogni volta che arriva nell’ufficio Persone Scomparse, si sente osservata dagli sguardi di quelle persone che adesso sono semplicemente fotografie appese al muro.

Mila, a differenza degli altri non può rimanere indifferente, lei ha ancora i segni nell’anima di qualcosa di oscuro.

Sembra che non sappia fare altro nella vita che cercare chi è stato dimenticato, ma non è così facile, soprattutto se all’improvviso, come queste persone sono scomparse, ricompaiono, all’apparenza uguali a prima, ma segnati dal male che li ha cambiati.

A questo punto del libro L’ipotesi del male è logico porsi delle domande per comprendere cosa sia accaduto, dove siano state queste persone, da chi sono state prese e perché adesso sono tornate.

Lentamente Mila comprende che per risolvere gli arcani non serve mettere assieme i pezzi, ma dare un senso a ciò che è accaduto, creare un’ipotesi che sia persuasiva ed efficace.

Donato Carrisi attraverso le parole del suo ultimo romanzo L’ipotesi del male riesce a creare il terrore, a sconvolgere e coinvolgere il lettore, che pian piano, assieme a Mila, cercherà di risolvere il caso e si troverà a formulare assieme a lei l’ipotesi del male.

L’ipotesi del male è solo uno degli ultimi thriller di successo di Donato Carrisi, che negli ultimi anni è riuscito a diventare, dopo gli anni d’oro di Giorgio Faletti, uno degli scrittori più venduti in Italia e soprattutto il più apprezzato all’estero. Carrisi è motivo di vanto per noi italiani, poiché sono pochi gli scrittori del nostro Paese che riescono a farsi tanto amare e leggere all’estero.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!