Recensione Libro L’ultima fuggitiva

… alcuni vorrebbero la liberazione immediata dei negri, altri ritengono che un cambiamento così repentino sarebbe dannoso per l’economia e sono del parere che la libertà dovrebbe essere concessa solo gradualmente.
Recensione Libro L’ultima fuggitiva

Prezzo: € 18,00

Di cosa parla L’ultima fuggitiva di Tracy Chevalier

Tracy Chevalier ha scritto un romanzo che tutti ricorderanno, La ragazza con l’orecchino di perle, un libro che non è passato inosservato e da cui è stato tratto un film. La scrittrice torna a raccontare una storia che merita attenzione: L’ultima fuggitiva.

Il libro è ambientato nel 1850. Honor accompagna Grace, la sorella, dall’Inghilterra all’America dove la attende il futuro marito. Lei non sarebbe dovuta partire, ma essendo stata lasciata dal fidanzato poco prima delle nozze, decide di dare un taglio netto alla sua vita e di lasciarsi alle spalle la sofferenza. Durante il viaggio però Grace muore e Honor non può fare altro che proseguire da sola verso il villaggio di Adam, l’uomo che avrebbe dovuto sposare Grace.

Adam la accoglierà con freddezza, nonostante i due si conoscano da anni e la ragazza dovrà fare i conti con un Paese chiuso, retrogrado, in cui c’è la schiavitù e tutto sembra lasciato al caso. Non c’è ordine, affetto puro, ogni cosa è complicata.

Nel romanzo la scrittrice Tracy Chevalier riesce a raccontare in maniera impeccabile una storia che racchiude amori impossibili, contraddizioni e le vicende di un’America che sembra molto lontana da ciò che adesso si racconta di lei.

L’ultima fuggitiva, libro pubblicato nel 2013 dalla casa editrice Neri Pozza, è un romanzo che parla soprattutto della lotta allo schiavismo e dei diversi punti di vista che c’erano in America nel 1850.