Recensione libro L’ultimo cliente

Ebbe come un senso di nausea. Che cos'era, quella roba? si chiese. Era la legalizzazione di un qualcosa d’immorale, di un qualcosa d’immondo.
Recensione libro L’ultimo cliente

Prezzo: € 14,90

Di cosa parla L’ultimo cliente di Pietro Caliceti

L’ultimo cliente di Pietro Caliceti è un legal thriller, pubblicato dalla casa editrice Baldini&Castoldi, che appassiona con una storia legata al ruolo delle banche nella società e ai giochi di poteri di pochi individui autorevoli.

Caliceti con una scrittura semplice, adatta anche a chi non è molto ferrato con temi che riguardano le holding, i movimenti finanziari e gli interessi legati a leggi e privilegi, riesce a catturare l’attenzione del lettore.

Il thriller che si dipana intorno alla storia creata da Pietro Caliceti è ingarbugliata, ma da subito appare chiara e lineare, inoltre lo scrittore è riuscito a puntare i riflettori anche sulle vite private dei protagonisti, il che rende ancora più intrigante le vicende che sono narrate.

I personaggi principali del libro L’ultimo cliente sono due, da una parte abbiamo l’avvocato Pugliatti, che dopo aver vissuto un momento di gloria con il suo lavoro, ha perso clienti a causa della crisi ed è stato costretto a licenziare rimanendo da solo a gestire uno studio ormai vuoto.

Dall’altra parte abbiamo il proprietario di un’azienda, la Galli Holding, che ormai senza più liquidità e messa in crisi dai tassi di interesse sempre più alti delle banche non riesce a sopravvivere. Ha vinto un appalto molto importante in Libia per la costruzione di un’autostrada, ma è quasi sul punto di fallire e serve l’intervento di un avvocato per sanare la cosa.

Sia l’avvocato sia il proprietario dell’azienda sono piegati dinanzi all’imponenza di una crisi economica che ha mietuto le sue vittime negli ultimi anni, facendo fallire molti imprenditori e suicidare tanti lavoratori.

Galli ha bisogno di aiuto per cadere in piedi e si rivolge a un suo vecchio amico che non sente da anni, l’avvocato Pugliatti, che aspetta proprio un cliente del genere per non dover chiudere lo studio.

Dopo aver valutato la situazione, Pugliatti propone il suo piano, ma bisogna capire se riuscirà a realizzarlo realmente, perché per farlo bisogna trovare le parti pendenti delle leggi per sfruttarle a proprio favore, convincere le banche ad attendere il pagamento delle ingenti rate evitando una maggiore speculazione e persuadere il governo libico a puntare sull’azienda Galli Holding.

Quello che resta del libro L’ultimo cliente è una visione più chiara e approfondita del ruolo delle banche, che ormai possiedono poteri quasi assoluti e regole che vanno a loro favore.

A ogni pagina si resta stupidi dalla potenza che hanno alcuni istituti e di quanto i potenti riescano a controllare la maggior parte degli interessi utilizzandoli per raggiungere scopi personali e continuare ad arricchirsi a danno delle persone e degli imprenditori.

Per quanto la storia de L’ultimo cliente sia lontana da ciò che vive quotidianamente a livello personale la gente comune, riesce a interessare con l’argomento attuale e scandaloso facendoci rendere conto di quanto quasi tutto sia nelle mani di pochi privilegiati.

Un thriller consigliato a chi ama scoprire verità spesso celate che riguardano la finanza, anche a chi non è preparato sull’argomento, perché Caliceti è bravissimo a spiegare concetti complessi come quelli di cui parla.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!