Recensione Libro “La bambina dagli occhi di cielo”

Finché fossi riuscita a mantenere vivo il loro interesse con le mie storie e la mia musica, avrebbero continuato a chiudere un occhio sul colore della bimba.
Recensione Libro “La bambina dagli occhi di cielo”

Prezzo: € 16,40

Di cosa parla “La bambina dagli occhi di cielo” di Barbara Mutch

Il libro “La bambina dagli occhi di cielo” della scrittrice sudafricana Barbara Mutch è una piacevole scoperta, un romanzo che ameranno tantissimo i lettori che si sono già imbattuti in “The Help”.

Cathleen è una donna costretta a lasciare l’Irlanda all’inizio del Novecento per trasferirsi in Sudafrica, dove ad attenderla c’è l’uomo che sposerà per amore. Nella nuova città, però, la donna si sente una straniera isolata, tutto è diverso dalla sua vita precedente e trova conforto nella musica del suo pianoforte e nel legame che giorno dopo giorno instaura con la sua governante e la figlia Ada.

Cathleen scova in Ada, ancora piccola, un talento naturale per il pianoforte e la invoglia a studiare insegnandole tutto quello che conosce della musica. Intanto la donna continua a scrivere i suoi segreti su un diario, i cui pensieri sembra che lei voglia condividere con la bambina, lasciando il diario in giro con dei messaggi da interpretare per la bambina.

Un giorno Ada, ormai adulta, tradisce la fiducia della donna, lo fa per paura e anche per una sorta di riconoscimento verso il marito, non osa ribellarsi a una proposta, e per evitare di incontrare il suo giudizio scappa.
Nonostante tutto, Cathleen farà l’impossibile per ritrovarla, capendo quando Ada sia importante per lei e quanto il loro rapporto sia unico.

“La bambina dagli occhi di cielo” è un romanzo pieno di sentimenti contrastanti, che racconta di un’Africa senza uguaglianza, in cui vincevano i più forti, dove l’unica regola giusta era quella dei bianchi. Ma “La bambina dagli occhi di cielo” è anche un libro che mostra quante donne e uomini bianchi abbiano scavato nella profondità dei loro sentimenti per essere dalla parte dei neri.

Nel romanzo a tratti sembra che Ada riconosca nei bianchi delle belle qualità che in quelli della sua etnia non trova. “La bambina dagli occhi di cielo” ci mostra come il punto di vista sulla Storia possa cambiare a seconda di chi ce la racconta e di chi la vive.

L’autrice Barbara Mutch è riuscita a scrivere un libro commovente, vero, pieno di sofferenza, ma soprattutto ricco di amore e speranza, scandagliando nell’animo umano, analizzando i rapporti contrastanti che ci sono in famiglia e mostrandoci che nonostante l’apartheid c’erano bianchi che facevano del bene.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!