Recensione Libro “La camelia bianca”

L’amore non ha freni e neppure pudori. Andare contro questa forza è una battaglia persa.
Recensione Libro “La camelia bianca”

Prezzo: € 13,00

Di cosa parla “La camelia bianca” di Francesca Gatti

La scrittrice emergente Francesca Gatti nel suo romanzo “La camelia bianca” immerge il lettore con soavità direttamente nella storia. Il protagonista, Mirco, si dirige alla tomba del padre, ricordando ciò che ha significato per lui e si accorge di una magnifica rosa adagiata sulla lapide.

Quel fiore è sempre stato lì, fresco, come se fosse stato appena portato da qualcuno. Lui non ci aveva mai fatto caso, eppure si rende conto che il suo posto è sempre stato occupato. Inizia a domandarsi chi può essere la persona misteriosa che non lascia mai sguarnita di quella bellezza la tomba e soprattutto vuole capire il perché di quel gesto.

Mirco ha vissuto male la sua separazione, il fratello non si stanca mai di ripetere che fuori c’è la donna giusta per lui e che deve smettere di starsene rintanato in casa. La fine del suo matrimonio con Lucia è stato come un violento nubifragio e lui è ancora in alto mare.

La rosa che ha trovato sulla tomba, però, gli indica un percorso, che sarà chiamato a seguire senza neppure rendersene conto e Mirco affronterà lentamente i fantasmi che hanno albergato per tanto tempo nella sua testa.

Ma nel libro “La camelia bianca” c’è di più, perché Mirco, incurante della strada che sta percorrendo, giunge fino a Olga, una donna che ha qualcosa d’intenso da condividere, qualcosa che lascerà senza parole.

Quella che viene narrata nel libro di Francesca Gatti, “La camelia bianca” è una grande storia d’amore, una di quelle che coinvolge, che tocca il cuore per la sua intensità, ma che lascia anche l’amaro in bocca per la crudezza con cui viene travolta dal destino.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!