Recensione Libro La ferocia dello scrittore Nicola Lagioia

… ogni cosa in lei era magnete e assenza di volontà, l’ipnotico richiamo assecondato il quale tutto si fa identico e perfetto, e noi non esistiamo più.
Recensione Libro La ferocia dello scrittore Nicola Lagioia

Prezzo: € 19,50

Di cosa parla La ferocia di Nicola Lagioia

Sembra assurdo che uno dei libri candidati al Premio Strega 2015, La ferocia di Nicola Lagioia, possa essere molto amato dai votanti al concorso, tanto da trovarsi, per il momento, primo in classifica, ma è poco apprezzato dai comuni lettori. Alla fine è stato proprio il giallo di Lagioia ad aggiudicarsi il Premio Strega 2015.

Vagando su Internet si trovano numerosi commenti negativi su La ferocia, pareri spietati sulla pomposità dei termini utilizzati, troppo ricercati, sulla poca scorrevolezza del libro, su frasi contorte che avviliscono il lettore, poco interessato a procedere nella lettura.

Anche i commenti negativi però sono un’ottima pubblicità e sono stati proprio loro a convincermi a leggere La ferocia, poiché volevo avere una mia opinione al riguardo su un libro che rischia di vincere il Premio Strega 2015.

Come molti lettori comuni ho trovato il romanzo un po’ troppo complesso, non nella storia in sé, ma per il linguaggio utilizzato che in alcuni casi rallenta la lettura, ma bisogna procedere fino in fondo per farsi un’idea corretta del libro. Allora ho proseguito e mi sono lasciata prendere dalle vicende e dalla trama.

Il romanzo si apre con una donna che, durante la notte, si trascina per la strada provinciale. Il suo corpo nudo è sporco di sangue e un camionista per non investirla si trova a compiere una manovra istintiva che provoca un incidente.

Dopo alcune ore la donna verrà trovata morta e sarà svelata la sua identità, si tratta di Clara, la figlia di un uomo importante: la sua famiglia è nota nell’edilizia e negli altri ambienti per la sua immensa influenza.

Se dalle prime battute sembra che la ragazza si sia suicidata, un attimo dopo viene da pensare che ci sia qualcosa di grosso nascosto dietro questa morte, forse interessi, forse un regolamento di conti?

Lentamente Nicola Lagioia ci fa entrare sempre di più nella vita della famiglia coinvolta, sapremo quali legami univa i tre fratelli, quale fosse il carattere e la determinazione del padre di Clara, quale il suo ruolo in società.

La ferocia mette in mostra gli aspetti più disumani dell’uomo, ma anche le sfumature positive, scandaglia l’animo dei personaggi per presentarceli in tutta la loro cruda verità, senza tralasciare l’analisi di una società in declino.

Tirando le somme La ferocia di Nicola Lagioia è un romanzo che attinge molto dalla letteratura classica, che vuole cogliere e condividere con i lettori i retroscena ben conosciuti della società corrotta, ma per farlo utilizza periodi a volte complessi, che in alcuni casi fanno perdere il filo centrale del discorso e forse per questo il libro non ha convinto tanto i lettori.

Sicuramente di una cosa siamo certi, che – con le metafore, con le frasi in alcuni casi crude e in altri che ben delineano immagini vive, ma soprattutto attraverso la storia, – Nicola Lagioia sia stato capace di descrivere fino in fondo la ferocia bestiale dell’uomo.

Informazioni
Data recensione
Titolo
La ferocia
Punteggio
3

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!