Recensione Libro “La letteratura Tamil a Napoli”

Per anni ho pensato che quella biblioteca in cui raccoglievamo la nostra letteratura sarebbe sopravvissuta a qualsiasi catastrofe, guerra fratricida, eruzione vulcanica. Che sarebbe sfuggita a qualsiasi forma di censura, perché la sua stessa casa, la sua radice affondava in una eterna revisione sotterranea, nella prolissità del nostro silenzio.
Recensione Libro “La letteratura Tamil a Napoli”

Prezzo: € 17,00

Di cosa parla “La letteratura Tamil a Napoli” di Alessio Arena

Lo scrittore partenopeo Alessio Arena, pubblica con ottimi risultati il libro “La letteratura Tamil a Napoli”, con la casa editrice Neri Pozza.

In questo romanzo Arena ci racconta di queste figure misteriose che si aggiravano nel sottosuolo di Napoli con lo scopo di organizzare atti di terrorismo e far conoscere a tutti la loro causa di Tamil.

Il loro progetto è stato messo in atto dopo aver perduto la patria e dopo l’uccisione del loro capo da parte del governo dello Sri Lanka.

I Tamil hanno impiegato molti anni, ma ora sono riusciti a creare una realtà parallela da loro gestita nel sottosuolo di Napoli e si occupano di produrre opere letterarie napo-tamil.

Alcuni scrittori Tamil si trovano nascosti agli occhi del mondo e sono lì, nelle viscere di Napoli, per raccontare la storia della loro guerra, con l’intento di far conoscere le vicende legate a loro e la mitologia presente nella loro comunità.

I Tamil non solo negli anni sono stati in grado di influenzare la cultura napoletana, ma si sono lasciati anche coinvolgere dal carattere di questa città: da questo contatto è nata una mescolanza affascinante che ha segnato Napoli e i suoi abitanti.

“La letteratura Tamil a Napoli” di Alessio Arena è un romanzo intrigante, che dà un tocco di innovazione alla letteratura italiana. Arena ha delle grandi capacità narrative, utilizzando un linguaggio complesso e affascinante, che per qualcuno potrà risultare un po’ complesso, ma proprio per questo ancora più interessante.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!