Recensione Libro La mafia mi rende nervoso

Mi chiamo Vittorio Mazzola, e la mafia mi ha reso ateo.
Recensione Libro La mafia mi rende nervoso

Prezzo: € 17,50

Di cosa parla La mafia mi rende nervoso di Isidoro Meli

Al suo debutto nell’editoria Isidoro Meli con il libro La mafia mi rende nervoso, esordisce con un romanzo che ha fatto breccia nel cuore di molti lettori ed è tra i libri consigliati dalla rivista Wired, presente tra i cinquanta libri da leggere quest’estate 2016.

Con un linguaggio ironico, a tratti tagliente, sicuramente anticonformista e con un punto di vista differente Meli racconta della mafia, partendo da una domanda: e se facessi finta che la mafia non esistesse?
Che cosa accadrebbe? viene da chiedersi al lettore.

Dopo un’introduzione acuta sull’argomento in cui si sviscerano tutti i settori in cui la mafia è presente, ovvero dovunque, lo scrittore ci immerge nel romanzo vero e proprio.

La voce narrante de La mafia mi rende nervoso è quella di Vittorio, un ragazzo consapevole che la mafia gli si è appiccicata addosso come un fungo. Vittorio ci racconta la storia di Tommaso, un giovane muto, figlio di un mafioso ucciso. Per una legge di compensazione, l’organizzazione criminale assume Tommaso per fare il portapizzini, un ruolo delicato.

Se lui è considerato da tutti uno da prendere in giro e di cui non ci si può fidare, un tonto insomma, il fratello spacciatore è un punto di riferimento per i suoi compagni, uno buono.

Tommaso, contento di questo nuovo ruolo, inizia a girare per le strade della sua città cercando di non lasciare tracce e di depistare eventuali pedinatori, portando i messaggi enigmatici dei mafiosi, che lui legge di nascosto e ricopia con la sua macchina da scrivere.

Quello che nessuno sa e neppure sospetta lontanamente è che Tommaso è uno dei pochi a capirci qualcosa, oltre a non essere né analfabeta come credono tutti, né tontolone.

Tant’è che mentre Tommaso cerca di trovare un modo per fregare i piani alti, il fratello si mette nei guai e qualcuno è già sulle sue tracce per fregarlo.

La mafia mi rende nervoso di Isidoro Meli, pubblicato dalla casa editrice Frassinelli, è un romanzo ironico, che se ne frega del senso comune, che con la sua narrazione svilisce un sistema intero, pur dando credito a una verità indistruttibile: che la mafia è in ogni strada anche quando non si fa sentire.

Questo è sicuramente uno di quei libri da leggere, che ci sentiamo di consigliare per il taglio differente che dà all’argomento, per il linguaggio utilizzato e per la visione acuta sul tema. E come potrete leggere dalle parole di Maurizio de Giovanni sulla fascetta che presenta La mafia mi rende nervoso: “Imbarcatevi nella storia di Isidoro Meli con lo stesso spirito con cui andate sulle montagne russe.”

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!