Recensione libro La metà di niente

Il mondo crolla, anni e anni precipitano turbinando, vite vengono distrutte. Adesso Rose sa che tutte le venture sono state annunciate da quella frase. Dobbiamo parlare.
Recensione libro La metà di niente

Prezzo: € 10,00

Di cosa parla La metà di niente di Catherine Dunne

Rose, la protagonista del libro La metà di niente di Catherine Dunne, è una donna come tante, con una vita come tante, un marito, tre figli, la solita routine. Una mattina ancora infreddolita, in una Dublino ancora silenziosa, Ben senza possibilità di replica lascia la moglie con un diretto “non ti amo più” che viene sferzato come un pugno in pieno volto. E Rose quasi lo accoglie sul proprio corpo, senza neanche alzare una mano per difendersi.

Rose resta muta, quasi in assenza di pensiero, privata persino di reazioni davanti all’evidenza che adesso tutto graverà su di lei, non solo il dolore, ma anche i problemi della gestione economica della famiglia. E’ così che la sua vita cambia improvvisamente, senza che ci fosse un minimo preavviso.

Rose si ritrova a dover affrontare la solitudine, a dover trovare un modo per poter gestire la casa e per non far pesare troppo ai suoi figli l’assenza del padre con il vuoto che ha lasciato, cercando sempre di difenderlo, facendolo rimanere intatta l’immagine di Ben davanti agli occhi dei figli, per non aggravare l’odio che già provano verso di lui.

Rose si ritrova a essere la metà di niente, un oggetto che seppur immobile nella sua posa con una parte mancante, resta intatto, ma fragile con il cristallo. Ci vorrà del tempo, ci vorranno i ricordi che feriscono con la loro dolcezza e la loro vigliaccheria, ci vorranno le lacrime, i sensi di colpa da affrontare, l’incertezza, l’incapacità di trovare l’alternativa giusta e l’equilibrio, prima di rimettersi in piedi per affrontare la rottura, per ricostruirsi e ritrovare la gioia delle piccole cose, per godere della vita.

All’inizio sembra difficile per Rose farsene una ragione, trovare qualcosa che giustifichi il comportamento del marito, che nel frattempo è in vacanza con l’amante. Sembra impossibile persino respirare, ma così come una mattina qualunque tutto sembra schiantasi contro il suo petto, una mattina qualunque di un po’ di tempo dopo, tutto sembra risolversi e l’aria comincia a girarle intorno.

Nel libro La metà di niente si susseguono pagine in cui vengono raccontati tutti i ricordi che lei rivive, il giorno del matrimonio, l’importanza del loro rapporto per affrontare gli anni di convivenza, le fasi critiche che hanno superato insieme e poi il momento in cui invece si è ritrovata da sola ad affrontare tutto, lei casalinga per anni alla ricerca di un lavoro per tirare avanti e poter pagare tutti i conti.

La metà di niente di Catherine Dunne racconta la storia di una donna che con dignità, rispetto e amore è riuscita a superare un abbandono contando solo sulle proprie forze. Un romanzo di spessore emotivo che può essere d’esempio per molte persone.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!