Recensione Libro “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord”

Con la benevolenza degli Dei, quella notte il destino di Hibernia sarebbe cambiato e, con esso, le vite di tutti coloro che credevano ancora nella libertà.
Recensione Libro “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord”

Prezzo: € 24,00

Di cosa parla “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord” di Elena Cavicchi

Il libro fantasy “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord” della scrittrice Elena Cavicchi come tutti i romanzi del genere coinvolge raccontandoci dell’origine di un popolo e della lotta tra Bene e Male.

Sin dalle prime pagine del libro “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord”, infatti, Elena Cavicchi ci racconta di Abomalith ed Enki, gli Dei primordiali, e della necessità di Enki di generare una progenie di Dei minori, figli in cui infondere il suo potere. In questo modo i suoi figli e quelli del fratello Abomalith sarebbero diventati i guardiani del mondo, e loro si sarebbero potuti godere la pace meritata.

Enki, però, non poteva prevedere la reale natura del fratello, che a differenza sua desiderava avere tutto il potere per sé e quindi non aveva nessuna intenzione di generare creature a cui dare parte del proprio potere, privandosene.

Nonostante la ritrosia del fratello, Enki decide di portare lo stesso il suo piano a compimento sperando che Abomalith cambi idea vedendo la progenie, ma ciò non avviene e l’assetato di potere cerca di uccidere i suoi nipoti. Seppur non riuscirà nella sua impresa, da quel giorno le sorti dell’Universo saranno segnate per l’eternità.

Da quel momento si protrassero guerre, si distrussero terre e iniziò a regnare il caos. Trascorsero ere prima che la vittoria del bene guidata da Enki riporti la pace e Abomalith sia confinato, ma prima di essere recluso, Abomalith scaglia un incantesimo su un mondo trasformandolo in cometa.

Solo la Terra viene risparmiata ed Enki designa i suoi figli come guardiani, infondendo poi ai lupi parte della sua essenza nominandoli Custodi e Guardiani.

Ma non lontano da lì Abomalith continuava a far sentire la sua presenza, quasi a voler ricordare che prima o poi sarebbe tornato per distruggere tutto e riprendersi il potere che gli era stato negato.

Da questo inizio avvincente di “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord”, che è solo il prologo del libro, si dischiude la storia che prosegue tra ombre e luci, e fa sperare i lettori che il Bene trionfi sull’oscurità, ma se fosse solo un’illusione?

Al centro del romanzo troviamo i Popoli di Hibernia e Midgard, due dei tanti Regni del Grande Nord, che vivono da molto tempo vessati dalla morsa del nemico invasore. In questo contesto, partono le storie dei protagonisti di entrambi i Regni, le cui vite, non ruotano soltanto intorno all’eterna lotta tra il Bene e  il Male, ma hanno sviluppi propri e a volte inattesi, basati sui loro sentimenti, sul loro passato e sulla loro stessa natura.

Nel libro “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord” esistono diverse sottotrame che si snodano per non accentrare l’attenzione sull’argomento di fondo: il riscatto da lunghi anni di sottomissione al Male.

La scrittrie Elena Cavicchi con il suo fantasy “La principessa dei lupi. I racconti del grande Nord” riesce a creare un universo affascinante, in cui tutto ha un significato e nulla è lasciato al caso. Un libro che sicuramente non deluderà le aspettative dei suoi lettori.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!