Recensione Libro “Le affinità alchemiche”

Proprio non sapevi che punto di vista abitare, immaginando il futuro.
Recensione Libro “Le affinità alchemiche”

Prezzo: € 15,00

Di cosa parla “Le affinità alchemiche” di Gaia Coltorti

“Le affinità alchemiche” della giovane scrittrice Gaia Coltorti è un esordio letterario davvero interessante. I diritti del suo libro tanto amato dal pubblico italiano, sono stati, infatti, venduti in ben otto Paesi.

La storia narrata nel romanzo “Le affinità alchemiche” è ben architettata, studiata fin nei dettagli e conduce il lettore a fare il tifo per i suoi due protagonisti, che si troveranno a vivere un dramma alla Shakespeare.

Giovanni è un ragazzo tranquillo, che ama il nuoto e trascorrere il suo tempo con un paio di amici fidati. Vive a Verona con il padre.
Selvaggia ha diciotto anni, come Giovanni, le piace la moda e la danza, la sua grande passione. Lei vive in Liguria con la madre.

A causa del lavoro della madre, Selvaggia si dovrà trasferire a Verona, città in cui vivono il padre e il fratello gemello Giovanni, da cui è stata separata dalla nascita.

L’incontro tra i due protagonisti de “Le affinità alchemiche” sconvolgerà la vita dei ragazzi, che proveranno una strana attrazione l’uno verso l’altra, che si trasformerà sempre più fino a farli innamorare.

Giovanni e Selvaggia sono quindi costretti a nascondere la loro relazione ai genitori, accorgendosi della perversione del loro legame, fino a quando qualcosa svelerà agli occhi di tutti l’amore che li lega.

“Le affinità alchemiche” è un libro che riesce a mostrare apertamente i due protagonisti, perché al lettore si raccontino fino in fondo e non celino nulla dei loro sentimenti e stati d’animo. La scrittrice Gaia Coltorti nel suo primo romanzo riesce a stupire con le sue capacità descrittive ben approfondite, che mostrano intimamente l’amore che li lega, senza tralasciare però il suo sguardo da giovane donna sui fatti che racconta.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!