Recensione Libro “Le case degli altri”

A volte penso che il cuore umano non sia altro che uno scaffale. Vi si può accumulare sopra un sacco di roba, prima che qualcosa cada dal bordo e non rimanga altro da fare che raccogliere i pezzi.
Recensione Libro “Le case degli altri”

Prezzo: € 19,60

Di cosa parla “Le case degli altri” di Jodi Picoult

Jacob Hunt, il protagonista del libro “Le case degli altri” di Jodi Picoult,  è un adolescente molto bravo in matematica, ha un senso dell’ironia molto spiccato ed è molto preciso. Un ragazzino che è affetto da autismo. Lui non riesce a interpretare i comportamenti degli altri, ma anche gli altri non riescono a capire i suoi.

Il protagonista de “Le case degli altri”  ha una passione sfrenata per i casi giudiziari e spesso si è presentato direttamente sulla scena del crimine per dare il suo aiuto, molte volte risolutivo, alla polizia.

Il fratello, Theo, fin dall’infanzia si è dovuto confrontare con gli strani atteggiamenti di Jacob, ma non solo, ha sempre sofferto per le attenzioni che i genitori riservano al fratello e per sentirsi parte di una famiglia spia le case delle altri, le case delle persone che a lui sembrano felici.

Il colpo di scena ne “Le case degli altri”  arriva quando l’insegnante di sostegno di Jacob viene trovata morta e tutti i sospetti sia della morte che della violenza riportano a Jacob. Il ragazzo viene portato in tribunale e tutti i suoi strani comportamenti dovuti alla sua malattia lo rendono sempre più colpevole agli occhi degli altri.

“Le case degli altri” di Jodi Picoult è un libro ricco di tenerezza e suspense, una storia avvolgente, molto intensa che racconta magnificamente i complicati e incomprensibili rapporti tra fratelli.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!