Recensione Libro “Lucy”

Mi pare di essermi infilato in un giallo e non mi piace… la trama è sempre troppo ingombrante e a un certo punto rende schematici i personaggi.
Recensione Libro “Lucy”

Prezzo: € 15,00

Di cosa parla “Lucy” di Cristina Comencini

La scrittrice Cristina Comencini nei suoi libri è riuscita sempre a tirare fuori il cuore dei personaggi. Anche nella sua ultima opera “Lucy” pubblicata, come i precedenti, dalla casa editrice Feltrinelli, riesce a creare un legame intimo tra il lettore e i protagonisti del libro.

Sara è una donna diversa dalle altre, un’antropologa che ha spesso messo davanti a tutto, persino alla sua famiglia, il tanto amato lavoro. Matilde e Alex, i suoi due figli, con il tempo hanno imparato a fare da soli. Lei, la più grande, ha sempre provato a prendersi cura di tutti e a gestire i rapporti familiari, lui è partito per il Canada per mettere chilometri di distanza tra sé e gli altri.

Un giorno la protagonista di “Lucy” lascia una lettera al suo ex marito, Franco, e se ne va. Nella lettera promette delle spiegazioni, ma all’inizio Franco non può fare altro che ripercorrere tutte le tappe del loro legame, che nonostante la sua nuova vita con una compagna e un figlio, non si è ancora reciso.

Nel frattempo Matilde e Alex sembrano riallacciare i rapporti, soprattutto condividendo i ricordi del passato e la sofferenza della separazione dei genitori. E Sara, da lontano, sembra essere più vicina di quando era realmente presente, mentre Franco silenziosamente prova a capire…

Cristina Comencini in “Lucy” riesce a trovare le parole giuste per spiegare l’esistenza di una donna che cerca le sue tracce in qualcos’altro, ma sa raccontare perfettamente i difficili e delicati rapporti familiari.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!