Recensione Libro “Mala Tempora”

Indietro non sarebbe mai tornata, si disse. Il portone era lì: era decisa a varcarlo. Si sentiva pronta ad affrontare la notte più importante della sua vita. Quella della svolta.
Recensione Libro “Mala Tempora”

Prezzo: € 17,00

Di cosa parla “Mala Tempora” di Fabrizio Carcano

Il giornalista e scrittore Fabrizio Carcano dopo i romanzi “Gli angeli di Lucifero” e “La tela dell’eretico” torna in libreria con un nuovo noir pubblicato da Mursia Editore: “Mala Tempora”.

Ritornano Ardigò e Malerba, il commissario e il giornalista, alla prese con un nuovo caso da risolvere, uno di quelli che sembrano senza via d’uscita e che fanno perdere la ragione.

In una Milano afosa in preda alle difficoltà indotte dalla crisi economica, sta accadendo qualcosa di strano. Per alcuni la via più facile per dare un taglio netto con la realtà è il suicidio, ma i morti che vengono trovati in varie zone della città non sono imprenditori falliti o disoccupati. C’è dell’altro e bisogna scoprirlo.

Sono questi i presupposti del libro “Mala Tempora” di Fabrizio Carcano che fanno presagire una storia intrigante, coinvolgente e piena di rivelazioni.

Viene ritrovato il corpo nudo di una donna, senza testa. Già qualche mese prima sulla sponda del Naviglio vi era stato il recupero di un’altra vittima decapitata: un ubriacone la cui testa non era stata ritrovata. I due casi potrebbero essere collegati.
Nello stesso tempo un giovane viene trovato sgozzato in una chiesa del centro di Milano.

Cosa sta accadendo? Ritorna alla mente l’immagine del Mostro della Bagnera, un serial killer milanese dell’Ottocento che faceva a pezzi le sue vittime in una cantina vicino al Duomo.

Il commissario Ardigò non può esimersi dal lasciarsi coinvolgere dall’indagine per trovare la soluzione e per farlo dovrà addentrarsi nelle zone più oscure di Milano e avere a che fare con segreti e riti occulti.

“Mala Tempora” ha una trama complessa, ben intrecciata e intrigante. Nel libro di Fabrizio Carcano non è solo la storia madre a coinvolgere, ma anche gli aspetti privati del protagonista, che vive un amore contorto, e una città che da sfondo diventa uno dei principali attori.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!