Recensione Libro “MP3” di Pierluigi Agnelli

Mi sono piegato sino a sfiorare terra assaporando il sapore acre e intenso del dolore, ma non mi sono spezzato, sono qui, più flessibile di prima, più forte di prima, e ciò che non mi ha ucciso mi ha reso tale. Vivere è un atto eroico, io sono un eroe e oggi, qui, su questa panchina, voglio urlare uno straripante e arrogante sì alla vita!
Recensione Libro “MP3” di Pierluigi Agnelli

Prezzo: € 5,43

Di cosa parla “MP3” di Pierluigi Agnelli

Leggendo “MP3” di Pierluigi Agnelli ci si trova da subito a confrontarsi con qualcosa di nuovo, perché ciò che ci troviamo dinanzi è un ebook, ora in versione anche cartacea, che poco somiglia agli altri, grazie alla sua originalità.

Un flusso di coscienza, più che un romanzo, in cui il lettore andrà a conoscere i meandri del protagonista. Inizialmente Pierluigi Agnelli con il suo approccio alternativo ci pone a confrontarci con tanti dubbi, che possono lasciare spiazzati, ma poi man mano che “MP3” procede, quei dubbi verranno dipanati.

Andrea Feroldi è un broker finanziario di circa quarant’anni. La prima impressione che dà di sé non è delle migliori, poiché Andrea appare cinico, quasi inavvicinabile, ma poi si impara ad avere a che fare con lui e si comprende quel lato difficile del suo carattere.

Un giorno si pone dinanzi a una scelta importante, deve decidere cosa fare con una ragazza con cui ha un legame sentimentale. La decisione da prendere non è facile: si siede su una panchina e inizia ad ascoltare la musica dal suo mp3.

Da Max Pezzali a Ligabue, passando per Baglioni, ma senza dimenticare i Led Zeppelin e Bob Marley ascoltiamo le canzoni assieme a lui, che lentamente rivive attraverso i ricordi il suo passato.

Le canzoni che danno il titolo ai capitoli del libro, hanno un significato ben preciso per lui, che non può fare a meno di riportare alla memoria la madre, l’ex moglie e l’attuale compagna, ma dando spazio anche all’amica, a quella bambina dell’asilo e a molte delle donne che in qualche modo hanno segnato la sua vita.

Forse il protagonista di “MP3” non ha bisogno di trovare solo una soluzione al suo rapporto attuale, ma di fare chiarezza nella sua mente, di mettere ordine tra i suoi ricordi e trovare l’equilibrio che gli manca a cominciare dal suo passato.

Hai qualcosa da aggiungere a questa recensione? Lascia un commento!